Condividi

Banksy: ancora scalpore per “Love is in the Bin”

Love is in the Bin, a quasi tre anni dalla data in cui l’opera d’arte Girl with ballon è stata in parte distrutta proprio in un Asta da Sotheby’s, è stata aggiudicata nuovamente per 22 milioni

Banksy: ancora scalpore per  “Love is in the Bin”


Ricordiamo che questa opera stessa pochi secondi dopo la caduta del martello, si è autodistrutta mentre mentre era appesa al muro nella sala d’aste gremita di Sotheby.

Acclamato come “la più grande opera di Banksy” da The Guardian e predetto dalla BBC come un dipinto “che diventerà una delle opere d’arte più significative dell’inizio del 21° secolo”, Love is in the Bin ha scatenato oltre 30.000 notizie globali e divenne rapidamente un fenomeno culturale. Riconosciuta in tutto il mondo, l’immagine virale ha generato numerosi meme ed è diventata oggetto di vignettisti politici, mentre marchi come McDonald’s, Perrier e IKEA si sono appropriati del dipinto di Banksy per le proprie pubblicità, prodotti e loghi – l’ultimo dei quali ha pubblicato un how-to shred -guida fai-da-te su Instagram dell’azienda
Love is in the Bin si inserisce saldamente nella lunga storia dell’anti-arte, dalla sottomissione anonima di Fountain di Marcel Duchamp, un orinatoio di porcellana rimontato su un piedistallo nel 1917; a Robert Rauschenberg che cancellò un disegno a matita di Willem de Kooning e ribattezzò l’opera Erased de Kooning Drawing; ad Ai Wei Wei che ha distrutto una presunta urna della dinastia Han, fotografandosi mentre la lasciava cadere intenzionalmente per sondare la questione più ampia di ciò che consideriamo prezioso.

E se nel 2018, Sotheby’s si è unita a un lungo e illustre elenco di istituti d’arte soggetti alla mano artistica di Banksy. Gli eventi precedenti includono l’installazione di un idilliaco dipinto a olio pastorale con una scena del crimine delimitata con nastro adesivo della polizia sul muro della Tate Britain nel 2003; una Gioconda gialla con una faccina sorridente apparsa su una parete del Louvre nel 2004; e un finto dipinto rupestre, raffigurante una figura stilizzata che spinge un carrello della spesa, che ha trascorso tre giorni non autorizzati in mostra al British Museum nel 2005. L’anno successivo, un prigioniero gonfiabile a grandezza naturale di Guantanamo vestito con una tuta arancione è apparso a Disneyland, in vista del debutto dell’artista e della mostra rivoluzionaria negli Stati Uniti a Los Angeles. Banksy non è estraneo a eventi straordinari in Sotheby’s New Bond Street, circa quattordici anni prima, nel 2004, Banksy con un’altra opera di un topo gangster sulla parete della galleria durante l’anteprima della mostra della vendita della farmacia di Damien Hirst.
*Durante l’asta di Sotheby’s, Girl with Balloon (come era allora conosciuto il dipinto) è stata venduto per £ 1 milione / $ 1,4 milioni (stima £ 200.000-300.000), un record d’asta per l’artista all’epoca.



Commenta