Condividi

Autogrill: utile vola, dividendo sale a 0,16€

Le novità sono state ben accolte dagli investitori di Piazza Affari, dove il titolo viaggia in netto rialzo – In crescita anche fatturato ed ebitda – Il dividendo sale del 33,3% rispetto al 2015, con un payout ratio del 41%.

Autogrill: utile vola, dividendo sale a 0,16€

Autogrill chiude il 2016 con un utile netto in rialzo del 54% e un fatturato di oltre 4,5 miliardi. In virtù dei risultati raggiunto, il cda ha deciso di proporre un dividendo di 0,16 euro per azione, in salita del 33,3% rispetto al 2015.

Scendendo nei dettagli il risultato netto ha registrato una crescita del 53,9% a 98,2 milioni, mentre il fatturato è aumentato del 4,6% a cambi costanti, a 4,519 miliardi di euro (4,534 milioni la stima del consenso) grazie soprattutto all’apporto del Nord America e dell’area International. Il fatturato su base like-for-like ha registrato un +3,1%.



In forte rialzo anche l’ebitda che si attesta a 411,6 milioni di euro, +10,5% rispetto ai 373,5 milioni del 2015, grazie anche alla plusvalenza derivante dalla cessione del business delle stazioni francesi (14,7 milioni di euro). Escludendo quest’ultima, l’ebitda margin è migliorato di 0,2 punti percentuali, passando dall’8,6% all’8,8%. Bene anche l’ebit (201 milioni, +32,5% a cambi costanti) che beneficia anche del calo degli ammortamenti.

L’indebitamento finanziario al 31 dicembre 2016 è stato pari a 578 milioni a fronte dei 629 milioni del 2015.

Grazie agli ottimi risultati conseguiti nel corso degli anni, il consiglio di amministrazione di Autogrill ha deciso di proporre all’assemblea degli azionisti di destinare l’utile netto di esercizio pari a 36.455.088 integralmente a dividendo. Per la distribuzione del dividendo, pari a 0,16 euro per azione (+33,3% rispetto al 2015, payout ratio del 41%), per complessivi 40.704.000 euro, verranno distribuite riserve di utili per 4.248.912 euro. Lo stacco cedola verrà effettuato il 19 giugno con record date il 20 e pagamento dal 21.

Il cda ha inoltre approvato una nuova politica aziendale in base alla quale, l’obiettivo sarà quello di distribuire, ogni anno, un dividendo per azione interamente monetario almeno in linea con quello dell’esercizio precedente, con un payout ratio compreso in un range tra il 40% e il 50% dell’utile netto consolidato.

Le novità sono state ben accolte dagli investitori di Piazza Affari. A meno di un’ora dalla chiusura delle Borse, il titolo sale dell’1,85% a 8,53 euro.

Commenta