Condividi

Atlantia, Castellucci: cedola può crescere del 10% l’anno

L’assemblea dei soci ha dato il via libera alla distribuzione del saldo del dividendo, pari a 0,65 euro per azione, dopo che lo scorso novembre era stato corrisposto un acconto da 0,57 euro per azione

Atlantia, Castellucci: cedola può crescere del 10% l’anno

“Riteniamo che la politica di crescita dei devidendi con un tasso del 10% per i prossimi anni a partire da oggi sia sostenibile”. Lo ha detto venerdì l’amministratore delegato di Atlantia, Giovanni Castellucci, nel corso dell’assemblea degli azionisti che ha approvato il bilancio 2017 del gruppo, chiuso con un utile netto di 1,17 miliardi.

Via libera anche alla distribuzione del saldo del dividendo, pari a 0,65 euro per azione, dopo che lo scorso novembre era stato corrisposto un acconto da 0,57 euro per azione. Il capitale votante è stato il 76,62%, del quale il 98,84% ha votato a favore, lo 0,2% contro, lo 0,54% astenuti e lo 0,33% non ha votato.



“Quest’anno i dividendi sono stati aumentati del 26%”, ha continuato Castellucci, sottolineando che l’Italia resta il baricentro di Atlantia, che “non è una società finanziaria, ma un gruppo industriale con competenze su ingegneria, costruzioni, informatica ed elettronica”.

Questa unicità “è la nostra forza – ha detto ancora il manager – e ci ha permesso, nel caso di AdR, di mettere in campo con successo queste competenze allargate”.

Quanto all’integrazione manageriale con la spagnola Abertis, “sarà una sfida importante, dovremo creare un gruppo unico, con un linguaggio comune e una stima reciproca. Vogliamo creare un gruppo integrato con italiani in Spagna e spagnoli in Italia. Un gruppo integrato italo-spagnolo”.

Il traffico sulla rete di Autostrade per l’Italia mostra nel primo trimestre 2018 un incremento di circa l’1% rispetto allo stesso periodo del 2017, in calo rispetto ai dati delle prime settimane dell’anno precedentemente divulgati, per effetto delle due settimane di forti nevicate (19-25 febbraio e 26 febbraio-4 marzo).

Sulla rete autostradale delle concessionarie estere del gruppo, nel primo trimestre il traffico mostra complessivamente un incremento del 3,8% rispetto allo stesso periodo del 2017.

Infine, gli scali aeroportuali del gruppo registrano nel primo trimestre una crescita dei passeggeri dell’1,8% per Aeroporti di Roma e del 10,1% per Aéroports de la Côte d`Azur.

Leggi anche: Dividendi 2018: il 23 aprile arrivano 2 miliardi di cedole. Ecco chi stacca

Commenta