Condividi

Arte Post-War in asta da Christie’s a New York

Arte Post-War in asta da Christie’s a New York

Il 5 marzo, in concomitanza con l’Armory e le fiere d’arte ADAA di New York, l’asta post-war di Christie’s offrirà oltre 200 opere del mercato principale che fondono i maestri del dopoguerra con star contemporanee all’avanguardia. Posizionando opere chiave di artisti blue chip come Alma Thomas, Tom Wesselmann, Josef Albers, Robert Indiana e Andy Warhol nello stesso contesto di talenti emergenti come Julie Curtiss, Eddie Martinez, Shara Hughes, Nathaniel Mary Quinn e Nina Chanel Abney , questa stagione cerca di evidenziare i dialoghi chiave che abbracciano il 20 ° e il 21 ° secolo e di collegare i collezionisti con le opere più desiderabili a prezzi di mercato di base.

Alma Thomas (1891-1978), Flash of Spring, 1968. Stima $ 450.000 – $ 650.000



Dipinto nel 1968, quando l’artista aveva settantasette anni, Flash of Spring di Alma Thomas ($ 450.000-650.000) è una delle prime opere completamente astratte dell’artista, che distribuisce la sua pennellata firma in risposta alla crescente energia della natura. Tra la sua retrospettiva del 1966 alla Howard University e la sua morte all’età di ottantasei anni nel 1978, Thomas creò una serie sbalorditiva di dipinti caleidoscopici, in cui i colori brillanti, simili a gioielli, spesso disposti in fasce verticali o cerchi concentrici, sono composti da tocchi quadrati di vernice che richiama alla mente mosaici o vetrate. Dipinto al culmine del suo periodo maturo, Flash of Spring incarna l’opera migliore e più celebre di Thomas. Con la sua esuberante tavolozza di colori vivaci e arcobaleno, il dipinto incarna la gioia di vivere per cui è meglio conosciuta.

Charles White (1918-1979), Fratello John Sellers, 1954. Stima: $ 80.000-120.000

Reso con inchiostro e grafite nello stile della firma di Charles White, Fratello John Sellers, 1954 (stima: $ 80.000-120.000) – nella foto a sinistra, dimostra la squisita abilità e tecnica dell’artista come disegnatore. White era estremamente appassionato del potere della musica e cercava di infondere lo stesso tipo di potenza emotiva nella sua arte. Ha interpretato un gran numero di musicisti afroamericani e molti di questi disegni sono stati usati come copertine degli album. Nel 1954, l’etichetta discografica Vanguard scelse i White per disegnare la copertina del loro prossimo album dei Sings Blues and Folk Songs di Brother John Sellers. L’immagine potente raffigura un uomo che canta altamente emotivo. Il volto della figura è pieno di emozione e potere sottile, che consente allo spettatore di immaginare le canzoni di Fratello John Sellers che escono dalla sua bocca.

A guidare la vendita, ci sono due tele del 1967 di Robert Indiana, entrambe intitolate LOVE (stima per ogni lotto: $ 1-1,5 milioni). Composto da colori vivaci e contorni netti, questi due dipinti iconici si distinguono come esempi superlativi e sorprendenti della collezione personale dell’artista. Per decenni, questi dipinti sono appesi sul letto dell’artista seguendolo dai suoi anni trascorsi a Slip a Vinalhaven, una piccola isola isolata al largo della costa del Maine, dove ha trovato rifugio dopo anni di vita in città. Il suo legame intimo con “LOVE” come soggetto predominante del suo carattere tipografico e di un concetto, così come il suo impatto eterno, è chiaramente evidenziato nella scelta dell’artista di tenerli vicini e cari per decenni.

Evidenziando la vendita è proprietà della collezione di Jon Gould. Venticinque anni artista junior, Jon Gould sarebbe l’ultima relazione romantica di Andy Warhol. Gould era bello, giovane e vicepresidente della Paramount Pictures quando i due si incontrarono alla fine del 1980. Warhol fu così colpito che a un certo punto ebbe i suoi assistenti di fabbrica a cuore di seta come regalo di San Valentino per Jon. Insieme tra gli anni 1981 e 1985, il cittadino di Hollywood rimase con Warhol nella residenza cittadina di Manhattan ogni volta che visitava la città. Warhol suggerì persino che avrebbe aiutato Jon a costruire una collezione tutta sua, e Gould in effetti aveva deciso di acquisire attivamente l’arte contemporanea, oltre al lavoro che Warhol gli aveva regalato. L’attuale gruppo comprende due opere di Warhol: un ritratto del 1981 di Jon Gould (stima: $ 150.000-200.000), e uno dei suddetti San Valentino, Candy Box (85 centesimi di Lamston), 1983 (stima: $ 70.000-100.000). È incluso anche un lavoro dinamico di Keith Haring, con il quale la coppia era molto vicina e ha trascorso del tempo con Cape Cod. Haring è rappresentato da Untitled, 1984 (stima: $ 200.000-300.000).

Tra le numerose collezioni prestigiose rappresentate nella vendita del dopoguerra ad oggi, c’è anche Property From The Collection Of Courtney Sale Ross. Questo prestigioso raggruppamento include opere di Willem de Kooning, Josef Albers, Arnaldo Pomodoro e Susan Rothenberg. Educatrice e regista di documentari, la signora Ross è diventata amica di De Kooning nei primi anni ’80 dopo averlo incontrato mentre produceva il suo documentario Strokes of Genius: de Kooning su de Kooning. Come amica della moglie dell’artista, Elaine, la signora Ross ha interpretato de Kooning come nessun altro, e ha iniziato a mettere insieme una raccolta esemplare di opere della prima parte della sua carriera – opere che illustrano la trasformazione dell’artista in una delle più importanti figure nell’arte del 20 ° secolo. In evidenza la selezione sono tre notevoli disegni di Willem de Kooning, guidati da due donne, circa 1950 (stima: $ 80.000 – 120.000).

Per il secondo anno, Christie offrirà un gruppo di opere da vendere a beneficio del Fondo di dotazione della rivista BOMB. Nel 2018, BOMB Magazine ha annunciato di aver avviato una campagna di investitura parzialmente supportata da generose donazioni da parte dei più importanti artisti e collezionisti contemporanei di oggi. La vendita di queste opere finanzierà direttamente il Future Fund di BOMB Magazine, un progetto di dotazione che formalizzerà una rete di sicurezza per la pubblicazione e assicurerà la sopravvivenza a lungo termine di queste conversazioni di artisti primari essenziali e la loro continua creazione in perpetuo .

Saranno incluse quattro opere nella selezione, tra cui Carroll Dunham’s Leaf (Five), 2008-2009 (stima: $ 70.000-90.000), donati per gentile concessione dell’artista e Gladstone Gallery, Pat Steir’s Untitled, 2010 (stima: $ 120.000-180.000) donati per gentile concessione dell’artista e Lévy Gorvy – nella foto sopra, a sinistra, Amy Sillman’s Untitled, 2019 (stima: $ 40.000-60.000), donato per gentile concessione dell’artista e Gladstone Gallery, e Donald Judd’s Untitled, 1978 (stima: $ 50.000-70.000), donato per gentile concessione di Agnes Gund.

Opera di copertina : Josef Albers (1888-1976)  – White Wall B – Stima 350,000 – 550,000 USD

Commenta