Condividi

Apple, Cook manda a casa due top manager

Senza fornirne alcuna motivazione, il gigante californiano della tecnologia ha annunciato le dimissioni di Scott Forstall, responsabile di iOS, e di John Browett, responsabile della divisione commerciale – Pesano i problemi con il software e la deludente trimestrale.

Apple, Cook manda a casa due top manager

Rivoluzione a Cupertino. Dopo i deludenti risultati trimestrali e i problemi con il nuovo software iOS per la gestione delle mappe su iPad e iPhone, l’amministratore delegato Tim Cook ha deciso di cambiare i vertici di Apple. Senza fornirne alcuna motivazione, il gigante californiano della tecnologia ha annunciato le dimissioni di Scott Forstall, responsabile di iOS, e di John Browett, responsabile della divisione commerciale.

Forstall, alla Apple dal 1997, lascerà l’azienda il prossimo anno e nel frattempo “consiglierà Tim Cook”, stando a quanto si legge nel comunicato del gruppo. Browett si era invece unito all’azienda solo lo scorso aprile e Apple ha fatto sapere di essere alla ricerca di un sostituto.



Ma dopo il loro addio sono in arrivo anche altri cambiamenti: per “favorire ulteriormente la collaborazione fra i team hardware, software e servizi dell’azienda Jony Ive, Bob Mansfield, Eddy Cue e Craig Federighi aggiungeranno maggiori responsabilità ai propri ruoli”, dicono da Cupertino. 

“Siamo in uno dei periodi più prolifici di innovazione e nuovi prodotti nella storia di Apple – ha commentato Cook -. I prodotti incredibili che abbiamo lanciato nel mese di settembre e ottobre, iPhone 5, iOS 6, iPad mini, iPad, iMac, MacBook Pro, iPod touch, iPod nano e molte delle nostre applicazioni non potevano che essere creati in Apple ed essere il risultato diretto della nostro continuo impegno verso la stretta integrazione fra hardware, software e servizi”.

Commenta