Condividi

Acea: utile 2017 a 181 milioni (+2%), dividendo a 0,6 euro

L’Ebitda si è attestato a 840 milioni (-6% rispetto al 2016, +7% su base adjusted) – L’indebitamento finanziario netto è salito a 2.421 milioni – L’ad Donnarumma: “Si chiude un anno caratterizzato da una forte discontinuità con il passato”

Acea: utile 2017 a 181 milioni (+2%), dividendo a 0,6 euro

Acea archivia il 2017 con un utile netto di 181 milioni di euro in calo del 31% rispetto al 2016, ma in crescita del 2% a parità di perimetro. All’assemblea dei soci verrà proposta la distribuzione di un dividendo di 0,63 euro per azione, payout al 74%.

L’Ebitda si è attestato a 840 milioni (-6% rispetto al 2016, +7% su base adjusted), mentre l’Ebit è stato pari a 360 milioni (-32% su anno, -2% rettificato).



Gli investimenti, in linea con il 2016, hanno raggiunto quota 532 milioni. L’indebitamento finanziario netto è salito a 2.421 milioni (2.325 milioni adjusted), rispetto ai 2.127 milioni del 31 dicembre 2016.

“Con questo bilancio – ha commentato Stefano Donnarumma, amministratore delegato del gruppo Acea – si chiude un anno caratterizzato da una forte discontinuità con il passato che, a partire da maggio, ha posto al centro di tutta la nostra attività sia la manutenzione e lo sviluppo delle infrastrutture sia la volontà di migliorare la qualità del servizio agli utenti”.

Per il 2018, a parità di perimetro di attività, Acea si aspetta un aumento dell’Ebitda compreso tra il 3% e il 5%, avendo come base il risultato 2017 (840 milioni); investimenti in aumento rispetto ai 532 milioni, in coerenza con il Piano Industriale; un indebitamento finanziario netto a fine anno compreso tra 2,6 e 2,7 miliardi.

Commenta