Condividi

ACCADDE OGGI – John Lennon, 39 anni fa l’omicidio a New York

L’8 dicembre del 1980 l’ex Beatle venne assassino a colpi di pistola da un suo stesso fan, Mark David Chapman. Aveva solo 40 anni e si era già ritirato dall’attività musicale, lasciando un’eredità tuttora viva.

ACCADDE OGGI – John Lennon, 39 anni fa l’omicidio a New York

Ricorrono oggi i 39 anni di uno dei lutti più dolorosi della storia della musica mondiale: era infatti l’8 dicembre del 1980 quando John Lennon, artista a tutto tondo noto soprattutto per essere voce e chitarra dei mitici Beatles, venne assassinato a New York a colpi di rivoltella da un suo stesso fan, Mark David Chapman. L’evento scosse l’intero pianeta, di cui Lennon era diventato un idolo non solo musicale ma anche culturale: negli ultimi anni della sua breve vita (era nato nel 1940 a Liverpool) aveva infatti lasciato la carriera artistica e i Beatles per dedicarsi alla vita privata e all’attivismo politico, impegnandosi per i diritti e la pace nel mondo.

E’ tuttavia soprattutto per la sua arte che tutti ricordiamo un personaggio così iconico come Lennon, che si classifica tutt’oggi al quinto posto nella lista dei 100 migliori cantanti di sempre secondo l’autorevole rivista Rolling Stone, che lo inserisce anche al 55 esimo posto della lista dei 100 migliori chitarristi. Dal 1962 al 1970 fu compositore e cantante del gruppo musicale dei Beatles, dei quali, in coppia con Paul McCartney, compose anche la maggior parte delle canzoni. Con McCartney formò una delle più importanti partnership musicali di successo della storia della musica del ventesimo secolo.



È infatti proprio lui il cantautore di maggior successo nella storia delle classifiche inglesi, seguito da McCartney. Nel 2002, in un sondaggio della BBC sulle 100 personalità britanniche più importanti di tutti i tempi, si è classificato ottavo. Terminata l’esperienza con i Beatles, John Lennon fu anche musicista solista, autore di disegni e testi poetici, nonché come detto attivista politico e paladino del pacifismo. Questo gli causò problemi con le autorità statunitensi (FBI), che per lungo tempo spiarono tutte le sue attività e quelle della moglie Yōko Ono, considerandolo un sovversivo e rifiutandogli più volte la Green Card.

A proposito di matrimoni, John Lennon si sposò due volte: dal primo matrimonio con Cynthia Powell ebbe il figlio Julian, mentre dal secondo matrimonio con l’artista giapponese Yoko Ono nacque il figlio Sean. Entrambi i figli hanno seguito la carriera artistica del padre. Dopo il matrimonio con Yoko, John cambiò legalmente il proprio nome in John Winston Ono Lennon.

Commenta