Condividi

Ubi Banca: vince il Premio Innovazione clienti corporate

La banca si è assicurata il premio consegnato a Rossella Leidi Vice Direttore Generale e Chief Wealth and Welfare Officer del gruppo. L’offerta UBI Welfare è un elemento chiave nell’ambito della consulenza per le aziende che vogliono attivare programmi di welfare aziendale.

Ubi Banca: vince il Premio Innovazione clienti corporate

UBI Banca si è aggiudicata, con il progetto UBI Welfare, il “Premio Innovazione per i clienti corporate – La banca per le imprese”. La consegna del premio, ritirato da Rossella Leidi, Vice Direttore Generale e Chief Wealth and Welfare Officer di UBI Banca.

L’offerta UBI Welfare è un elemento chiave – precisa una nota della banca – nell’ambito della consulenza evoluta per le aziende che vogliono attivare programmi di welfare aziendale. Tramite UBI Welfare le imprese possono disporre di una assistenza qualificata e completa lungo tutte le fasi di progettazione e realizzazione dei propri piani, già a partire dalla fase di rilevazione dei bisogni reali dei lavoratori, passando dai
servizi di education e advisory per imprese e dipendenti, fino alla messa a disposizione di una piattaforma per la gestione delle premialità, flessibile e personalizzabile per rispondere a ogni tipo di esigenza e dimensione aziendale. L’offerta welfare di UBI Banca abilita, inoltre, alle procedure di rimborso delle spese sostenute per
l’educazione dei familiari e la cura della propria famiglia e consente l’accesso a una nuova Cassa di Assistenza Sanitaria, ai fondi pensione aperti e a un network di strutture sanitarie, odontoiatriche e
assistenziali a tariffe convenzionate.



Il più ampio obiettivo di UBI Banca riguarda la costruzione di un “ecosistema welfare” in grado di rispondere ai nuovi bisogni delle imprese, delle persone e dei territori, realizzando un vero e proprio network di prossimità in cui le aziende e gli operatori del terzo settore del territorio possano diventare fornitori di servizi welfare:
una rete di benessere come protezione integrativa rispetto allo stato sociale.

Commenta