Condividi

Trento e Bolzano, il voto di oggi è un test nazionale

Elezioni amministrative oggi nelle province di Trento e Bolzano ma la consultazione assume il valore di un test nazionale dopo le turbolenti giornate sulla manovra di bilancio e il forte richiamo all’Italia dell’Europa e dei mercati.

Trento e Bolzano, il voto di oggi è un test nazionale

Domenica 21 ottobre, alle 6 in Trentino (fino alle 22) e alle 7 in Alto Adige (fino alle 21), si aprono le urne per rinnovare il governo delle due province autonome più a Nord d’Italia: quella di Trento e quella di Bolzano. Si vota per il rinnovo dei consigli provinciali di Trento e Bolzano: 35 consiglieri per ciascuno e i 70 consiglieri eletti in totale poi andranno a comporre il parlamentino regionale. Al voto quasi 850mila persone, 417.968 in Alto Adige e 429.769 in Trentino. Il risultato che uscirà dalle urne dei 1.046 seggi dislocati in Trentino Alto Adige (495 in territorio altoatesino e 551 in quello trentino) sarà una importante verifica anche per il governo nazionale.

Soprattutto in Trentino, dove nel 2013 ci fu un plebiscito per il Partito Democratico ma dove oggi la Lega cerca un risultato storico. Cinque anni fa il candidato Ugo Rossi che ottenne il 58,12% dei voti. A sostenerlo c’erano il Pd, il Partito autonomista trentino tirolese (Patt), Unione per il Trentino con Dellai, Verdi, Italia dei Valori, Unione Autonomista Ladina e Riformisti per l’Autonomia. Il Pd però stavolta si presenta diviso, Rossi si ricandida con una lista civica e LeU si è staccato. Unito invece il centrodestra nella candidatura del leghista Maurizio Fugatti: oltre alla Lega, la coalizione sarà composta anche da Forza Italia, Fratelli d’Italia, UdC-Centro Popolare, Progetto Trentino, Agire, Civica Trentina, Associazione Fassa e Autonomisti Popolari. Il Movimento 5 Stelle porta un suo candidato, Filippo Degasperi, che nel 2013 si fermò sotto il 6%. In Alto Adige invece è favorita la Sdp, che nel 2013 vinse con il 45,7% dei voti, eleggendo 17 consiglieri su 35. Non riuscendo a conquistare la maggioranza assoluta, si alleò col Pd.



Commenta