Condividi

Terna: profitti in crescita e oltre le attese. Ferraris: “Avanti con il piano”

Presentati i risultati di Terna relativi al primo semestre 2018. Aumentano ricavi, Ebitda utile netto. Investimenti in aumento del 3,7%. Ferraris: “I principali indicatori economico-finanziari del semestre confermano la solidità delle azioni manageriali intraprese e ci consentono di proseguire con decisione nel percorso tracciato dal Piano Strategico 2018-2022”

Terna: profitti in crescita e oltre le attese. Ferraris: “Avanti con il piano”

Terna chiude la semestrale con profitti in crescita e oltre le attese e tutti gli indicatori della gestione in progresso. Numeri positivi che spingono l’amministratore delegato Luigi Ferraris a “confermare la solidità delle azioni manageriali intraprese e a proseguire con decisione nel percorso tracciato dal Piano Strategico 2018-2022. Procede nei tempi previsti anche il programma di investimenti che, grazie alle iniziative poste in essere anche per i prossimi mesi, contribuiranno a creare valore per tutti i nostri stakeholder”.

Tutti in aumento i principali indicatori economici finanziari del Gruppo. I ricavi relativi ai primi sei mesi del 2018 ammontano a poco più di un miliardo di euro e segnano un incremento di 34,8 milioni di euro, pari al +3,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La situazione patrimoniale consolidata al 30 giugno 2018 monitora un patrimonio netto di gruppo in aumento a 3.842 milioni di euro, rispetto ai 3.803,3 milioni di euro registrati al 31 dicembre 2017. L’indebitamento finanziario netto, invece, si attesta a 7,8 miliardi di euro, rispetto ai 7,7 miliardi di euro di fine anno 2017.

L’Ebitda nel periodo si attesta a 814,9 milioni di euro, in crescita di 20,1 milioni di euro, cioè del +2,5%, rispetto ai 794,8 milioni di euro del primo semestre 2017. Anche l’Ebit, a valle di ammortamenti e svalutazioni pari a 267,4 milioni di euro, attestandosi a 547,5 milioni di euro, aumenta del +2,5% sull’anno precedente.
L’utile netto di gruppo del periodo cresce in termini tendenziali degli stessi punti percentuali, +2,5% e si attesta a 360,2 milioni di euro.

Gli investimenti complessivi promossi da Terna da gennaio a giugno sono pari a 337,9 milioni di euro, in aumento del 3,7% rispetto ai 325,7 milioni del primo semestre dell’esercizio precedente e in linea con il Piano Strategico – approvato dal consiglio di amministrazione lo scorso 22 marzo – per il quadriennio 2018-2022. Infatti, tra i principali progetti del piano e che Terna si propone di realizzare si ricordano: incrementare la sostenibilità ambientale, gli avanzamenti dei cantieri per le interconnessioni elettriche Italia-Montenegro e Italia-Francia e i lavori per la realizzazione del collegamento sottomarino in Laguna Veneta. Si prevede anche l’entrata in esercizio, nell’assetto definitivo della nuova direttrice 380 kV “Foggia-Benevento” che rientra tra gli interventi volti a facilitare la connessione delle fonti energetiche rinnovabili localizzate prevalentemente nel Sud Italia.

I dipendenti del gruppo, a fine giugno 2018, sono pari a 4.073, in crescita di 176 unità rispetto al 31 dicembre 2017 e in conformità con gli obiettivi del programma di ricambio generazionale avviato nel corso del 2017 e alla politica di rafforzamento delle competenze core in linea con il nuovo Piano Strategico.

Commenta