Condividi

Softbank vuole DreamWorks: offerti due miliardi di dollari

Il colosso giapponese dei media, della finanza e delle tlc mette sul piatto di Hollywood due miliardi per acquisire lla DreamWorks, casa cinematografica d’animazione che ha prodotto, tra gli altri, Shrek, Madagascar e Kung Fu Panda.

Softbank vuole DreamWorks: offerti due miliardi di dollari

DreamWorks riceve un’offerta ufficiale di due miliardi di dollari da Softbank, colosso giapponese di media, finanza e tlc. Secondo alcune indiscrezioni, tuttavia, la casa produttrice di Shrek, Madagascar e Kung Fu Panda potrebbe passare di mano per una somma ancora più consistente: si parla di 3,4 miliardi, ovvero 32 dollari per azione. Dalle due parti, in ogni caso, non arrivano conferme. 

La casa americana continua a soffrire di incassi sempre più sgonfi e, nonostante i tentativi di lanciarsi in altri settori del mercato come televisione e prodotti di consumo digitali, continua a rimanere legata ai risultati dei due-tre film prodotti ogni anno. Quanto al colosso giapponese, persevera nella sua strategia di penetrazione nel mercato Usa dopo l’acquisizione del terzo maggior operatore telefonico Sprint Nextel e la tentata operazione per l’acquisto della Universal Music. 



Gli investitori non sembrano però gradire le indiscrezioni su una possibile operazioni DreamWorks, e la perdita dell’1,2% registrata da Softbank sul listino di Tokyo ne è solo un’avvisaglia. Un trader ha infatti sottolineato come l’eventuale acquisizione denunci l’esaurimento delle opzioni di takeover della società giapponese, che è alla ricerca invece i nuovi contenuti, “ma questo è diverso dal crescere nel proprio business principale. Non c’è molta gioia per gli investitori in questa notizia, che ricorda qualcosa di già visto nel 1989 con l’offerta della Sony per la Columbia Pictures. Un’offerta che per le azioni della Sony non si rivelò molto redditizia nel lungo termine”.

Commenta