Condividi

Sixthcontinent: un social network per orientare i consumi verso le aziende verdi

L’obiettivo del progetto è dar vita, grazie ad una App, ad una comunità in grado di indirizzare i propri acquisti verso le aziende che operano in equilibrio tra i profitti generati e la ricchezza diffusa nella comunità – Il database comprende più di 500 mila aziende, in pratica le più importanti al mondo su cui opera un “generatore di rating” Mo.Mo.Sy.

Sixthcontinent: un social network per orientare i consumi verso le aziende verdi

I social network possono aumentare in maniera esponenziale il potere dei consumatori modificando in maniera significativa i rapporti di forza ed i trend dei consumi. E’ sulla base di questa intuizione che un italiano, Fabrizio Politi, coadiuvato da un team di dieci ricercatori, ha dato vita a un progetto, Sixthcontinent, che si propone di dar vita, grazie ad una App, ad una comunità in grado di indirizzare i propri acquisti verso le aziende che operano in equilibrio tra i profitti generati e la ricchezza diffusa nella comunità.

Dopo tre anni di ricerche Politi (un passato nell’informatica e nella nautica da diporto) ha messo a punto un database comprendente più di 500 mila aziende, in pratica le più importanti al mondo su cui opera un “generatore di rating” denominato Mo.Mo.Sy. (Moderate Monetary System). Il programma funziona grazie ad un complesso algoritmo proprietario che, partendo dal rapporto tra utili netti e numero dei dipendenti di un’impresa, genera un rating che classifica l’azienda sulla base della sua capacità di generare ricchezza anche per gli stakeholders, ovvero le comunità nella quale vive ed opera o meno.

Il rating è il cuore di un App gratuita per smartphone e tablet (sia Apple che Android) che sarà disponibile dal 23 Giugno, giorno della presentazione a Milano per tutti coloro che aderiranno al social network Sixthcontinent. Il principio del network è aperto ed in evoluzione sul modello Wikipedia: gli aderenti potranno procedere essi stessi a classificare le aziende, eventualmente per verificare l’opera compiuta sinora dagli sviluppatori ma anche, e soprattutto, per ampliare il database. Nelle intenzione dei promotori orientare i consumi verso le aziende verdi contribuirà in misura crescente ad equilibrare in misura più equa i flussi finanziari, poiché le aziende con una classificazione negativa saranno incentivate, per attrarre nuovamente i consumatori, a destinare maggiori risorse alla base lavorativa e ad opere di utilità sociale.

Il sistema Mo.Mo.Sy., precisa Politi, sarà devoluto ad una Fondazione no-profit. “Ritengo – spiega – che un sistema di questa natura non possa essere posseduto da un singolo o da una singola azienda e quindi mi sto indirizzando a concepire un Ente aperto al contributo ed alla verifica di chiunque”. Al contrario, SixthContinenthe fa capo ad una società di diritto inglese “in vista di un prevedibile sviluppo futuro , innanzitutto tecnologico, negli Stati Uniti” precisa l’imprenditore che il giorno 23 a Milano (presso il teatro della scuola militare di via Teulié di corso Italia 58) presenterà il social network che andrà in rete proprio quel giorno ( sono già state raccolte alcune centinaia di preiscrizioni).

Commenta