Condividi

Saipem, moda e Telecom colpiscono Piazza Affari (-0,96%): mercati nervosi per Cina, tlc e Fed

Borse sempre nervose per Cina, tassi Fed e tlc – Piazza Affari perde lo 0,96% sulla scia di Yoox e Moncler e soprattutto di Saipem, Telecom Italia e Mediaset – In controtendenza Buzzi, Campari. Ansaldo Sts e Snam – Tutti in rosso i listini europei – L’attesa del verdetto sui tassi Fed condiziona anche Wall Street.

Saipem, moda e Telecom colpiscono Piazza Affari (-0,96%): mercati nervosi per Cina, tlc e Fed

TELECOM, LUSSO E PETROLIO IN RIBASSO. PIAZZA AFFARI FANALINO DI CODA DEI LISTINI

La Borsa di Milano chiude in ribasso una seduta nervosa, caratterizzata da pochi scambi e dall’attesa per la prossima riunione della Fed. L’indice FtseMib perde lo 0,69%, zavorrato dai ribassi dei titoli petroliferi: Eni scende dell’1%, Tenaris -2,2%, Saipem -3%, In calo anche Enel -0,1% e A2A -1,4%, Enel Green Power -1,8%.

L’Opec ha tagliato di 50 mila barili al giorno la previsione sulla crescita della domanda nel 2016 a causa del rallentamento degli emergenti. Scende il petrolio con il Wti scambiato a 44 dollari al barile (-1,2%) e il Brent a 47,2 dollari (-1,9%). Le altre Borse europee al momento sono poco mosse, dopo avere oscillato fra rialzi dello 0,8% e ribassi dello 0,8%: a Parigi l’indice Cac chiude a -0,26%, Londra -0,28 a Francoforte il Dax sale dello 0,42%.

Poco mossi i Btp: il rendimento del decennale è pari all’1,85%. Il Tesoro, con l ripertura dell’offerta ai professionali delle atse Btp, ha raggiunto oggi il 77% della raccolta 2015. Incerto anche l’azionario Usa in vista della  decisione sull’aumento dei tassi da parte della Fed. Il mercato risente anche del calo delle quotazioni petrolifere che appesantisce i titoli dell’energia.

Il Dow Jones segna alle 17 ora italiana un calo dello 0,28%, l’S&P 500 dello 0,3% e il Nasdaq dello 0,35%. Apple guadagna l’1,4% circa dopo aver detto che i pre-ordini per le nuove versioni dell’iPhone lasciano pronosticare un nuovo record di vendite nel primo fine settimana. Alibaba perde invece oltre il 4% dopo che il settimanale finanziario Barron’s ha scritto che il titolo potrebbe perdere un altro 50% del proprio valore.

Pesa su Milano il ribasso di Telecom Italia -3,4%, declassata assieme all’intero settore tlc da Nomura a Reduce da Neutral. E’ l’effetto degli ostacoli posti dalla Commisione Ue al merger tra Telenor e Telstra in Danimarca da cui emerge un atteggiamento ostile agli M&A.

Scende nel finale Finmeccanica -0,4%. Venerdì il titolo della società della Difesa ha fatto un balzo al rialzo del 5,4% dopo la notizia di un mega-contratto da 7-8 miliardi con il Kuwait per 28 aerei Eurofighter, il consorzio a cui Finmeccanica partecipa con una quota del 36%.

In Europa scendono le banche (Stoxx del settore -1,2%) e i titoli delle costruzioni (-1%). Fra le banche, Intesa scende dell’1%, Unicredit +0,4%, MontePaschi -2,1%,Pop.Milano -2%. Cali diffusi trs gli industriali, StM arretra dello 0,5%, Prysmian -0,6%, scendono anche Fiat Chrysler -0,7% e Cnh Industrial -0,6%. In netto ribasso anche i titoli del lusso: Yoox -3,25%, Moncler -3,25% e Ferragamo -1,03%. 

Commenta