Condividi

Rosneft: “Fiducia a Tronchetti, ma piano per dopo”

Per la prima volta Sechin parla del futuro dell’investimento in Pirelli guardando oltre l’orizzonte del patto tra Rosneft e i soci italiani.

Rosneft: “Fiducia a Tronchetti, ma piano per dopo”

“Ci fidiamo di questo team: la professionalità di Tronchetti è provata dall’efficienza della società. Se Tronchetti uscirà lo sapremo in anticipo e prepareremo il nostro piano d’azione. Saremo pronti a tutelare i nostri investimenti in qualsiasi situazione. Per ora gli sviluppi della partnership sono positivi”. Lo ha detto Igor Sechin, presidente e ceo di Rosneft, in un’intervista concessa al gruppo Sole 24 Ore e rilasciata all’agenzia Radiocor.

E’ la prima volta che Sechin parla del futuro dell’investimento in Pirelli guardando anche oltre l’orizzonte del patto quinquennale che lega il gruppo russo ai soci italiani di Camfin (Intesa Sanpaolo, Unicredit e la cordata di imprenditori che fa capo allo stesso Tronchetti).



A margine del Terzo Forum Euroasiatico che si è aperto oggi a Verona, Sechin ha ricordato che il gruppo “ha già investito in Italia. Se ci saranno altre proposte interessanti le considereremo. Il flusso monetario che genera la società ci permette di realizzare tutti i piani d’investimento”.

Quanto a Saipem, “al momento non è sul mercato. Speriamo che arrivi una proposta”, mentre a proposito di un possibile interesse per una quota di Eni messa in vendita dallo Stato italiano, “è una questione che riguarda il governo italiano – ha concluso Sechin –, per ora non c’è questa possibilità. Aspettiamo”.

Commenta