Condividi

Poste, utile I trimestre sopra le attese

Il gruppo Poste Italiane ha totalizzato un utile netto consolidato pari a 351 milioni di euro, in calo del 4,4% rispetto allo stesso periodo del 2016 – Il nuovo Ad Del Fante: “Ci concentreremo sull’ampliamento dei prodotti offerti nel settore assicurativo e del risparmio gestito”.

Poste, utile I trimestre sopra le attese

Nel primo trimestre del 2017 il gruppo Poste Italiane ha totalizzato un utile netto consolidato pari a 351 milioni di euro, in calo del 4,4% rispetto allo stesso periodo del 2016. Il risultato, l’ultimo della gestione di Francesco Caio, è superiore alla media dell’utile indicato dal consensus degli analisti, pari a 324 milioni di euro, valore che avrebbe comportato un calo, rispetto ai tre mesi dell’anno precedente, pari all’11,7 per cento. I ricavi consolidati sono risultati pari a 9,5 miliardi, in calo del 2,3 per cento. Le masse gestite/amministrate sono risultate pari a 498 miliardi, in crescita dell’1 per cento. Il risultato operativo, pari a 526 milioni, ha invece registrato un calo del -6,4% rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio (562 milioni). Tale flessione è funzione dei minori apporti derivanti dal settore dei servizi Postali e Commerciali e da quello dei servizi Finanziari, solo parzialmente compensati dalla positiva contribuzione al risultato da parte del settore dei servizi Assicurativi e Risparmio gestito.

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale, ha così commentato: “Sono particolarmente orgoglioso dell’incarico affidatomi di Amministratore Delegato di Poste Italiane, un Gruppo che ho già avuto modo di apprezzare nelle mie precedenti esperienze professionali. Per diverse settimane dalla mia nomina ho lavorato a stretto contatto con il management team – che ringrazio – per assicurare la necessaria continuità dei processi manageriali e operativi dell’Azienda. Con riguardo ai risultati del primo trimestre dell’anno, i ricavi totali del Gruppo hanno registrato una sostanziale tenuta rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio, pur in un contesto di mercato caratterizzato da una marcata contrazione della raccolta assicurativa, nonché dalla fisiologica riduzione dei volumi di corrispondenza tradizionale. In crescita, invece, il comparto logistica e pacchi che registra un aumento importante rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio”.



“I prossimi mesi – ha proseguito Del Fante – saranno fondamentali per la formulazione del nuovo piano industriale, che permetterà al Gruppo di proseguire nel suo percorso di crescita. In particolare, ci concentreremo sull’ampliamento dei prodotti offerti nel settore assicurativo e del risparmio gestito. Per quanto attiene ai servizi finanziari, ci focalizzeremo sul potenziamento dei sistemi di pagamento, anche facendo leva sulla nostra base clienti e sulla recente partecipazione acquisita in SIA. Inoltre, daremo ulteriore spinta ai servizi innovativi per la pubblica amministrazione. Sul fronte logistico-postale continueremo il percorso di rafforzamento nel settore pacchi, utilizzando il traino dell’e-commerce e proseguendo nel miglioramento della qualità dei servizi di corrispondenza. Contribuiremo così a rafforzare la generazione di cassa del Gruppo anche a supporto di una politica di dividendi che, per il 2017, finalizzeremo nei prossimi mesi e che sarà ragionevolmente analoga a quella già messa in atto negli ultimi due anni.”

Il nuovo Ad di Poste, arrivato il 28 aprile, ha collocato il nuovo piano industriale tra la fine del 2017 e i primi mesi del 2018. Ha invece confermato la distribuzione dell’utile che si è finora basata su un pay out dell’80%.

Commenta