Condividi

OLIMPIADI -8 – Prima medaglia per l’Italia: la Torcia è realizzata con la tecnologia Prima Industrie

OLIMPIADI -8 – L’icona dei Giochi, che accenderà il braciere allo Stadio Olimpico di Londra dando il via la sera del 27 luglio alla 30esima edizione delle Olimpiadi estive, è stata realizzata con la tecnologia laser d’avanguardia di Prima Power, divisione di Prima Industrie – Lunga 80 cm, è ricoperta da 8mila fori, quanti sono i tedofori che l’hanno portata.

OLIMPIADI -8 – Prima medaglia per l’Italia: la Torcia è realizzata con la tecnologia Prima Industrie

Il toto-ultimo tedoforo è ancora in corso (si vocifera di Beckham, escluso però dalla nazionale a cinque cerchi, ma il favorito è la leggenda del canottaggio Steve Redgrave), ma una cosa è certa: la sera del 27 luglio, quando si accenderà all’Olympic Stadium di Londra il braciere delle 30esime Olimpiadi estive, l’Italia avrà già vinto la sua prima medaglia.

Prima ancora che con la Pellegrini (in gara già dalla mattina successiva) o con la Vezzali di turno, grazie a Prima Power, la Divisione Machinery del Gruppo Prima Industrie specializzata in macchine laser e di lavorazione lamiera: per questa edizione la Torcia olimpica, icona dei Giochi e della cerimonia inaugurale, è stata infatti realizzata con la tecnologia laser dell’azienda piemontese. La statunitense The Premier Group, incaricata dal Locog (Comitato organizzatore di Londra 2012) di mettere a punto l’oggetto di design – nato dalla progettazione di Edward Barber e Jay Osgerby – si è rivolta proprio alla ditta di Collegno, in provincia di Torino.



Una Torcia made in Italy, dunque, che ha come caratteristica particolare quella di essere ricoperta lungo i suoi 80 centimetri da 8.000 piccolissimi fori, a rappresentare uno per uno gli 8.000 tedofori che stanno portando la Fiamma nel suo viaggio attraverso il Regno Unito, iniziato a metà maggio. Ma questi fori hanno anche una funzione pratica: offrono visibilità del meccanismo che mantiene vivo il fuoco all’interno della Torcia, riducono il peso e garantiscono la dissipazione del calore per evitare che raggiunga il manico.

Tutto questo grazie a una tecnologia 100% italiana, come spiega l’ad di Prima Industrie, Ezio Basso: “Avendo un significato simbolico, il numero dei fori sulla Torcia erano un requisito fondamentale. Per tagliarne 8.000 in modo veloce e con un’elevata qualità la nostra macchina laser 2D Syncrono è probabilmente imbattibile”. L’amministratore delegato della società quotata alla Borsa di Milano (il suo valore è cresciuto del 2% nell’ultimo anno, e del 5,22% negli ultimi 6 mesi) entra poi nello specifico: “La sua struttura a cinematiche parallele e il controllo numerico permettono di raggiungere velocità molto elevate anche con traiettorie decisamente complesse come la fitta trama di fori della Torcia. Siamo orgogliosi che la nostra tecnologia aiuti The Premier Group a produrre questo oggetto splendido e di grande interesse”.

Un altro elemento simbolico della Torcia è la sua forma triangolare, che rappresenta il numero tre con i suoi molteplici significati legati ai Giochi: i tre valori Olimpici di rispetto, eccellenza e amicizia; le tre parole che costituiscono il motto Olimpico “Citius!, Altius!, Fortius!” (Più veloce!, Più in alto!, Più forte!); la terza volta che la manifestazione sportiva per eccellenza fa tappa a Londra; i tre gradini del podio che assegnano le medaglie.

La particolare forma triangolare della Torcia è ottenuta da lamiere di alluminio tagliate da Premier a cui viene data forma utilizzando una speciale pressa, anche questa di tecnologia italiana: Premier Group impiega infatti la tecnologia laser 3D di Prima Power per saldare le diverse parti della Torcia con un giunto regolare e continuo e per tagliare fori nelle aree saldate.

Commenta