Condividi

Luxottica, colpo di scena: il cda boccia Vian come ad, tutte le deleghe a Del Vecchio

Massimo Vian viene confermato chief operating officer ma non assume la carica di ad: è stato respinto dai consiglieri indipendenti – Nessun incarico, almeno per ora, per Francesco Milleri, il professionista di fiducia della moglie di Del Vecchio.

Luxottica, colpo di scena: il cda boccia Vian come ad, tutte le deleghe a Del Vecchio

Ancora un colpo di scena in casa Luxottica. La rivolta dei consiglieri indipendenti ha costrello Leonardo Del Vecchio a rivedere i piani dopo le dimissioni dell’ad Enrico Cavatorta.

Sarà lo stesso Del Vecchio a cumulare tutte le deleghe in attesa della nuova governance. Massimo Vian viene confermato chief operating officer ma non assume la carica di ad. Nessun incarico, almeno per ora, per Francesco Milleri, il professionista di fiducia della moglie di Del Vecchio. E’ il risultato della mediazione in consiglio di Claudio Costamagna dopo la levata di scudi degli indipendenti, tra cui Roger Abravanel e Anna Puccio.



Ieri, intanto, il titolo ha vissuto una giornata campale. Le azioni hanno bruciato in una sola seduta 1,82 miliardi, arrivando a perdere il 10% prima di chiudere la seduta in calo del 9,2%. Bruciati in una seduta 1,8 miliardi di valore.

Commenta