Condividi

La Nord Corea distribuisce terra ai contadini

La mossa, decisa per cercare di incrementare la produzione di cibo, cambierebbe la percentuale di possesso della terra tra Stato e privati dall’attuale 7:3 al 6: 4.

La Nord Corea distribuisce terra ai contadini

Il regime nordcoreano ha deciso di distribuire 3.300 metri quadrati di terra a ciascun agricoltore attivo nel Paese. La mossa, decisa per cercare di incrementare la produzione di cibo, cambierebbe la percentuale di possesso della terra tra Stato e privati dall’attuale 7:3 al 6: 4. Il passaggio di terreno tra le fattorie collettive gestite dallo Stato ai privati consentirebbe anche agli agricoltori di consumare il 20% del raccolto. Gli agricoltori inoltre potranno gestire il 40% del raccolto, mentre il resto verrà consegnato al Governo.  

La Nord Corea infine ha promesso di distribuire semi, fertilizzanti e attrezzature per il lavoro nei campi. Dal 2012, il regime nordcoreano ha permesso alle fattorie collettive di ritardare il pagamento in natura dei prestiti per la terra, i fertilizzanti, e l’irrigazione al raggiungimento della quota di produzione, ma gli agricoltori si sono lamentati che la quota a loro disposizione era troppo esigua. 



“Ora chiunque può comprare l’equivalente di un lotto di terra per 300 yuan (o 50mila won, la moneta sudcoreana) dove si può costruire una casa o fare allevamento” ha spiegato una fonte. Il cambiamento è visto come positivo da Cho Bong-hyun dell’Istituto economico di ricerca sudcoreano IBK.


Allegati: Chosun

Commenta