Condividi

Finmeccanica: offerta Fsi su Ansaldo Energia non convince

La proposta scade venerdì e per ora è l’unica arrivata al board di Finmeccanica, che però non vorrebbe rimanere nell’azionariato di Ansaldo ancora a lungo – Sulla quota in Avio sembra fatta con General Electric, ma Safran è ancora in gioco.

Finmeccanica: offerta Fsi su Ansaldo Energia non convince

L’offerta vincolante del Fondo strategico e della cordata d’imprenditori per Ansaldo Energia non convince Finmeccanica. Ieri il Cda del gruppo della difesa si è limitato a esaminare la proposta, che scade venerdì e prevede il mantenimento di Finmeccanica nella compagine azionaria di Ansaldo ancora per diverso tempo. Una prospettiva sgradita al gruppo guidato da Giuseppe Orsi, che vorrebbe trarre il massimo profitto così come i soci americani di First Reserve (al 45%), che peraltro devono dare il loro assenso a qualunque decisione. 

Peraltro, sul tavolo di Finmeccanica quella di Fsi è finora l’unica offerta arrivata. Né i tedeschi di Siemens né i coreani di Doosan hanno finora fatto pervenire al gruppo un’offerta formale. 

Quanto alla vendita della partecipazione in Avio, di cui Finmeccanica detiene il 14% e il fondo Cinven l81%, negli ultimi giorni si è detto che General Electric sia a un passo dal finalizzare l’acquisto. Ma le trattative vanno avanti e la francese Safran è ancora in gioco. 

Oggi in apertura a Piazza Affari il titolo di Finmeccanica guadagna oltre un punto. 

Commenta