Condividi

Fincantieri, maxi commessa da Ncl

L’ordine di Norwegian Cruise Line ha un valore di 3,2 miliardi, che potrebbero arrivare a 4,8 miliardi – Fincantieri realizzerà almeno quattro navi da crociera capaci di ospitare oltre tremila passeggeri ciascuna – La commessa con Ncl mette le ali al titolo.

Fincantieri, maxi commessa da Ncl

Un ordine da 3,2 miliardi di euro, che potrebbero salire a 4,8 miliardi. Sono queste le cifre dell’accordo firmato da Fincantieri e dalla Norwegian Cruise Line, uno dei maggiori operatori al mondo delle crociere. Il gruppo italiano ha ottenuto una commessa per la costruzione di quattro navi da crociera “di nuova concezione” dal valore unitario di 800 milioni di euro. Il contratto prevede anche l’opzione per altre due unità. La consegna delle navi è prevista a partire dal 2022.

Le navi di Fincantieri saranno da 140mila tonnellate di stazza lorda, quasi 300 metri di lunghezza, e saranno capaci di ospitare 3.300 passeggeri. L’ordine di Norwegian “si basa su un nuovo tipo di progetto sviluppato dalla stessa Fincantieri, che valorizza le caratteristiche di NCL, innovativo, anche come offerta ai passeggeri, con particolare attenzione ai consumi e all’impatto ambientale”. 



“Questa nuova classe di navi – ha dichiarato il presidente e Ceo di Ncl Frank Del Rio – confermerà la tradizione di introdurre innovazioni significative nell’industria crocieristica propria del brand Norwegian Cruise Line, Questo ordine rimarca il nostro programma per le nuove costruzioni, aumenta e rafforza il nostro profilo di crescita, già significativo e prospetta un ritorno nel lungo periodo per i nostri azionisti”.

L’ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, ha ringraziato “diversi attori della filiera dell’export, ai quali va il nostro riconoscimento. A questi fattori, tutti fondamentali, ovviamente va aggiunto il valore di un ordine di tale portata, del quale il Gruppo beneficerà in termini economici e di carico di lavoro, prolungando ulteriormente l’orizzonte occupazionale dei nostri cantieri, che non è comparabile con nessun altro settore industriale”. Fincantieri ha, inoltre, annunciato anche la nuova estensione dell’Opa volontaria lanciata su Vard, il cui termine slitta al 10 marzo.

La notizia della commessa ottenuta da Ncl ha messo le ali al titolo di Fincantieri, che nel primo pomeriggio avanza del 4,48% a Piazza Affari.

Commenta