Condividi

Euro si indebolisce ancora, sotto 1,09

Dopo la riunione della Bce, la moneta unica torna sui livelli di marzo 2016

Euro si indebolisce ancora, sotto 1,09

L’euro si indebolisce ancora contro il dollaro e torna sotto la soglia di 1,09, livello che non vedeva dal marzo scorso. Già giovedì la moneta unica, nel giorno della Bce, aveva vissuto una seduta caratterizzata da una certa volatilità sul cambio euro/dollaro che, dopo essersi spinto temporaneamente sopra 1,10, è sceso velocemente fin sotto quota 1,09 questa mattina.

“Sarà importante monitorare la tenuta di quota 1,09 – scrivevano proprio stamattina gli analisti di Mps Capital Services in una nota – in quanto un’eventuale rottura decisa potrebbe spingere il cambio fino ad area 1,08”. Il movimento dell’euro, che risente già da due settimane della forza del dollaro, si è accentuato ieri. Quando Draghi ha sottolineato che il Qe non può durare all’infinito, la reazione è stata netta: euro in apprezzamento e tassi in rialzo. Quando però il presidente della Bce ha aggiunto che l’istituto non intende frenare in modo brutale il piano di acquisti, gli operatori hanno tirato un sospiro di sollievo, immaginando che ci sarà in ogni caso un prolungamento dopo la scadenza di marzo 2017. A quel punto la reazione e’ stata diametralmente opposta: euro in deprezzamento e tassi in calo. In estrema sintesi, spiegano da Mps Capital service, è come se per pochi minuti fosse stata testata l’ipotesi di quale potrebbe essere la reazione, in assenza del Qe.
Chi-(RADIOCOR) 21-10-16 10:53:58 (0238)NEWS 3



Commenta