Condividi

Erg: solare e idroelettrico spingono l’ebitda al rialzo

Al 30 settembre l’utile è salito a 92 milioni, mentre l’ebitda adjusted è aumentato del 7% a 381 milioni e l’ebit ha registrato un +6% – L’Ad Bettonte : “Confermiamo l’incremento della guidance indicato al termine del primo semestre”

Erg: solare e idroelettrico spingono l’ebitda al rialzo

Erg ha chiuso i conti dei nove mesi del 2018 con un utile netto adjusted di 92 milioni di euro, registrando dunque una crescita dagli 88 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. Il risultato netto di gruppo è stato pari a 124 milioni, in aumento del 4% su base annua.

Al 30 settembre l’Ebitda adjusted è salito da 356 a 381 milioni di euro (+7%), mentre l’ebit adjusted è arrivato a 178 milioni (+6%). Tenendo invece in considerazione il solo terzo trimestre, il mol consolidato ha registrato un rialzo dai 98 milioni del terzo trimestre del 2017 ai 105 milioni di oggi grazie al contributo del solare (+12% a 12 milioni di mol) e dell’idroelettrico (+19% a 38 milioni). In rallentamento invece l’eolico (-17%) e il termoelettrico (-5%).



Tornando ai nove mesi, i ricavi della gestione caratteristica si assestano a 766 milioni, in leggero rialzo rispetto ai 759 milioni dello stesso periodo del 2017. Nei mesi luglio-agosto-settembre invece i ricavi della gestione caratteristica ammontano invece a 250 milioni rispetto ai 225 milioni del 2017 “a seguito del contributo dei nuovi assets, in particolare gli impianti solari, in un contesto generale di prezzi dell’energia elettrica in forte crescita nei mercati di riferimento, effetti solo in parte compensati dall’atteso phase-out degli incentivi di una parte delle produzioni”, sottolinea la società in una nota.

Ricordiamo inoltre che lo scorso 10 gennaio, Erg ha perfezionato la cessione di TotalErg e dunque “il confronto dei risultati del 2018 con quelli dei corrispondenti periodi del 2017 risente quindi di tale cambiamento di perimetro”, precisa ancora l’azienda.

Sul fronte patrimoniale, al 30 settembre 2018 l’indebitamento finanziario netto è salito a 1,4 miliardi, aumentato di 157 milioni rispetto al 31 dicembre 2017.

“Alla luce di tali risultati rimaniamo confidenti nel confermare l’incremento della guidance indicato al termine del primo semestre, per cui prevediamo per la fine del 2018 un mol tra i 490 e i 500 milioni ed un indebitamento finanziario netto di 1.350 milioni, dopo aver distribuito dividendi per 171 milioni, ed includendo investimenti compresi tra i 520 e i 540 milioni”, ha dichiarato Luca Bettonte, amministratore delegato di Erg.

Commenta