Condividi

Digital Magics: il giro d’affari cresce del 43% a 33 milioni

39 delle 58 partecipazioni operative hanno registrato un giro d’affari che, a livello complessivo, ammonta a 33,3 milioni – Valore della produzione si attesta a 2,8 milioni, perdita netta di 6,8 milioni nel 2017.

Digital Magics: il giro d’affari cresce del 43% a 33 milioni

Il consiglio di amministrazione di Digital Magics ha approvato i conti relativi al 2017, un esercizio in cui la società ha ampliato il proprio portafoglio di partecipazioni grazie all’entrata di ben 19 società.

Nel 2017 gli investimenti perfezionati si sono assestati a 2,8 milioni di euro, in sostanziale parità con quanto fatto nel 2016 (2,9 milioni). Le società in portafoglio hanno raccolto anche capitale di terzi per una cifra di poco superiore ai 4,6 milioni. Dal 2011 al dicembre 2017, Digital Magics ha raccolto oltre 50,2 milioni per le startup incubate, di cui 23 milioni investiti direttamente e 27,7 milioni investiti da terzi.



39 delle 58 partecipazioni operative già in portafoglio alla fine del 2016, nell’anno successivo hanno registrato un giro d’affari che, a livello complessivo, ammonta a 33,3 milioni di euro, realizzando così un boom del 43% rispetto all’esercizio precedente.

Nel 2017 il valore della produzione si attesta a 2,8 milioni di euro (-5,5% rispetto al 2016, mentre i ricavi provenienti dai programmi di Open Innovation superano i 1,2 milioni, sostanzialmente raddoppiati rispetto al 2016.

L’ebitda è negativo per 0,6 milioni di euro a fronte dei 0,3 milioni di euro registrati nel 2016. La decrescita si deve essenzialmente ai maggiori costi per servizi, pari a 2,3 milioni contro i 1,5 milioni del 2016, riconducibili soprattutto allo stesso programma Open Innovation. Negativo per 2 milioni di euro anche l’Ebit, a causa dei maggiori ammortamenti relativi agli investimenti operati per le nuove linee di business e la svalutazione di crediti verso le partecipate.

Il conto economico si chiude con una perdita netta pari a 6,8 milioni, a fronte del rosso di 3,2 milioni dell’anno precedente. Sul reddito d’esercizio ha inciso significativamente il write-off di 7 partecipazioni non più operative e svalutazioni straordinarie per investimenti superiori a 5 anni il cui valore non è più allineato con i ritorni attesi. Il valore complessivo delle svalutazioni di partecipazioni ammonta a 4,8 milioni. L

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2017 registra liquidità per 2,4 milioni a fronte di un debito netto di 3,9 milioni di fine 2016. Le disponibilità liquide per lo sviluppo del portafoglio di investimenti si esprimono in 6,2 milioni.

In base a quanto annunciato, nel 2018 Digital Magics intende rafforzare l’attività di investimento in startup innovative, con particolare attenzione ai settori Artificial Intelligence e Impresa 4.0, oltre a consolidare e sviluppare nuove partnership strategiche.

Nel dettaglio si punterà a valorizzare e a incrementare il portafoglio startup. Nel 2018 sono attesi investimenti per  3,5 milioni in 10-15 startup, nuove partnership istituzionali e il consolidamento di quelle strategiche, nonché l’attivazione di nuovi programmi di accelerazione. Digital Magics intende infine ampliare il Programma “Open Innovation” con il lancio nel 2018 di 10 nuovi programmi, nonché supportare nuove aperture dei campus Talent Garden e nuove partnership internazionali.

A Piazza Affari il titolo cede attualmente il 2,48% a 7,86 euro.

Commenta