Condividi

Champions League, vince il Real ai rigori

Il Real di Zidane si impone ai rigori sull’Atletico di Simeone nella finalissima tutta madrilena e si aggiudica la sua undicesima Champions League – Segna Sergio Ramos in sospetto fuorigioco e pareggia Carrasco – Decisivo il rigore finale di Ronaldo – Sponsor della manifestazione Unicredit, partner Uefa della manifestazione con un ritorno del 255% sull’investimento

Champions League, vince il Real ai rigori

Per l’undicesima volta nella storia il Real Madrid di Zinedine Zidane si aggiudica la Champions League nella finalissima tutta madrilena ospitata da San Siro al gran completo e alla presenza di re Felipe. 

Il Real ha vinto ai rigori dopo che i 90 minuti e i supplementari erano finiti 1 a 1. La squadra di Zidane (settimo campione ad aver vinto la Chanpions sia da calciatore che da allenatore) è andata in vantaggio nei primi munti grazia a un gol, in sospetto fuorigioco, del captano Sergio Ramos. Ma l’Atletico di Simeone non ha mai mollato e, dopo aver fallito un penalty nella ripresa, è pervenuto al pareggio con Carrasco aprendo la strada ai supplementari, nei quali nessuna delle due squadre è riuscita ad imporsi.



Si è andati così ai rigori: l’Atletico ha fallito il penultimo mentre Cristiano Ronaldo è stato implacabile e ha regalato l’ennesimo trofeo al Real Madrid. All’Atletico non è rimasto che imprecare alla malasorte. 

Infine un discorso sugli sponsor e in particolare su UniCredit che dal 2009 è Official Partner della UEFA Champions League e dal 2015 e fino al 2018  è la Banca ufficiale delle UEFA Club Competitions. La sponsorizzazione ha portato risultati straordinari: in sei stagioni nelle vesti di Partner della UEFA Champions League, UniCredit ha generato un rendimento medio sui costi di sponsorizzazione comparabili pari al 255%.

Dal 2015 e fino al 2018, la Banca ha esteso i diritti di sponsorizzazione a tutti i più importanti tornei calcistici europei per club, diventando banca ufficiale delle Competizioni UEFA per Club, nello specifico UEFA Champions League, UEFA Europa League, finali UEFA Futsal Cup, Supercoppa UEFA, UEFA Women’s Champions League e UEFA Youth League. Ne hanno parlato ieri mattina in conferenza stampa Federico Ghizzoni, Amministratore Delegato di UniCredit, e i due UniCredit Ambassador per la Finale UEFA Champions League 2016, Dejan Stankovic e Emerson Ferreira da Rosa. “Quando nel 2009 decidemmo di entrare nel mondo delle sponsorizzazioni sportive, scegliendo di diventare partner della UEFA – ha affermato Federico Ghizzoni – sapevamo che avremmo cominciato un lungo viaggio che aveva come scopo quello di potenziare la visibilità del brand nei mercati in cui siamo da sempre presenti.

Quello che non sapevamo era che questo viaggio si sarebbe trasformato in una straordinaria avventura dai mille risvolti che oggi è approdato a Milano. Consapevoli degli eccellenti risultati conseguiti nei primi due cicli di sponsorizzazione, ci è sembrato naturale, rinnovando la partnership, estendere il coinvolgimento anche all’Europa League, diventando Banca ufficiale delle Competizioni UEFA per Club. Basti pensare che ben 31 squadre provenienti da 10 nazioni in cui il brand UniCredit è presente, si sono qualificate alla fase a gironi tra Champions League ed Europa League.

Una straordinaria opportunità di visibilità per un Gruppo europeo come il nostro. Quest’anno abbiamo spostato il focus della sponsorizzazione verso attività ancor più legate al business di UniCredit. Per la prima volta, infatti, le nostre banche locali hanno l’opportunità di aggiungere al brand chiari messaggi commerciali, inclusa la promozione di una vasta gamma di prodotti e servizi tramite i pannelli a bordo campo e i nuovi spot televisivi, dando così maggiore rilevanza al business locale dei mercati. Siamo poi particolarmente fieri che quest’anno la nostra Milano, dove ha sede il quartier generale di UniCredit, sia stata protagonista della Finale 2016”. UniCredit, dopo sei stagioni di sponsorizzazione della UEFA Champions League, ha generato un rendimento medio sui costi comparabili pari al 255% e ha conseguito un miglioramento progressivo in termini di “appeal del marchio” e “propensione all’acquisto”.

Secondo le ultime ricerche di mercato, la sponsorizzazione continua a offrire risultati positivi a UniCredit. Dal 2009, essa ha generato per UniCredit oltre 15,5 miliardi di contatti e ha aiutato a vendere 1,5 milioni di prodotti, grazie a oltre 330 campagne pubblicitarie, lanciate in quasi tutti i mercati di UniCredit e collegate alla UEFA Champions League. Con l’obiettivo di evolvere dalla brand awareness allo sviluppo commerciale, la Banca ha appena lanciato in Italia Champions Rewards, il programma di loyalty associato alla nuova UniCreditCard Flexia Uefa Champions League, che consente ai clienti di beneficiare di premi esclusivi legati alla propria passione per il calcio.

“L’iniziativa, sviluppata in collaborazione con UEFA e i suoi principali Sponsor, verrà estesa – spiega Unicredit – agli altri principali mercati europei nel corso della prossima stagione. Da quest’anno, inoltre, in coerenza con il nostro piano industriale, abbiamo incrementato gli investimenti digitali attraverso la piattaforma di social media. Il concorso Player of the Week ha generato oltre 300 mila voti, mentre attraverso l’utilizzo dell’hashtag #Appassionati abbiamo permesso ai tifosi di vedere proiettati i propri tweet dedicati alla #UCLfinal sull’UniCredit Tower”.

Commenta