Condividi

Bpm: giù i ricavi nei 9 mesi, ma l’utile vola (+63%)

I proventi operativi sono scesi del 5,4% a 1,2 mld, con margine di interesse a 602,2 mln (-4,6%) e commissioni nette a 407 mln (+1,2%).

Bpm: giù i ricavi nei 9 mesi, ma l’utile vola (+63%)

La Banca Popolare di Milano ha chiuso i primi nove mesi del 2014 con un utile netto di 219,3 milioni di euro, in crescita del 63,2% su base annua. Il risultato è in linea con le previsioni del piano industriale presentato nei mesi scorsi ed è stato ottenuto nonostante la contrazione del dei ricavi (-5,4%, a 1,21 miliardi di euro). 

I proventi operativi sono scesi del 5,4% a 1,2 miliardi, con margine di interesse a 602,2 milioni (-4,6%) e commissioni nette a 407 milioni (+1,2%). In calo del 2,6% a 718,7 milioni gli oneri operativi, per un rapporto cost/income salito al 59,4%.



Le criticità patrimoniali che avevano portato Bpm a completare nel corso del 2014 un aumento di capitale sembrano tuttavia superate. Secondo quanto comunicato dalla Banca stessa, il Common Equity Tier 1 è all’11,29%. A conclusione del Comprehensive Assessment, l’istituto presenta un eccesso di capitale pari a 713 milioni di euro.

Quanto ai dati del solo terzo trimestre, l’utile netto è rimasto sostanzialmente stabile rispetto a un anno prima a 27,8 milioni (sopra i 25 milioni del consensus degli analisti). Sotto le attese i proventi operativi (346 milioni contro i 370 del consensus), leggermente inferiori alle previsioni margine di interesse (195 contro 200) e risultato della gestione operativa (120 contro 135).

Commenta