Condividi

Borsa, Trevi decolla dopo l’ok al piano di rafforzamento

La manovra prevede tre aumenti di capitale per un totale di oltre 200 milioni di euro – In arrivo anche anche nuove linee di credito per 41 milioni

Borsa, Trevi decolla dopo l’ok al piano di rafforzamento

Decolla a Piazza Affari il titolo di Trevi, quotato nel segmento Small Cap. A metà mattina le azioni del gruppo di Cesena specializzato in ingegneria del sottosuolo strappano del 10,88%, a 0,27 euro, e sono da poco rientrate in contrattazione dopo una lunga sospensione in asta di volatilità.

A innescare l’ondata di acquisti su Trevi è stato l’annuncio che il consiglio d’amministrazione della società ha dato il via libera al piano per il rafforzamento del patrimonio e la ristrutturazione del debito. In particolare, il gruppo ha messo in cantiere un aumento di capitale da 130 milioni di euro in opzione ai soci (integralmente garantito da Fsi Investimenti, Polaris e dalle banche finanziatrici), un aumento riservato alle banche finanziatrici per 63,1 milioni mediante conversione di crediti e un ulteriore aumento per circa 20 milioni al servizio dell’emissione di loyalty warrant.



Il piano prevede anche nuove linee di credito per 41 milioni, oltre alla conferma di quelle già esistenti per un massimo di 200 milioni.

Inoltre, i proventi netti derivanti dall’operazione di dismissione delle società operanti nel settore dell’Oil&Gas al gruppo indiano Meil saranno usati per ripianare i debiti.

Il Cda proporrà ai soci anche due raggruppamenti delle azioni ordinarie, da eseguire con lo stesso rapporto di concambio (un nuovo titolo ogni 100 esistenti), ma in tempi distinti: prima e dopo l’aumento di capitale in opzione.

Commenta