Condividi

Borsa, cadono Yoox e Tenaris dopo i conti

I due titoli sono i peggiori del Ftse Mib – Ieri le società hanno pubblicato i conti, che nel caso di Tenaris sono risultati inferiori alle attese – Yoox invece si aspetta un recupero nel periodo natalizio.

Borsa, cadono Yoox e Tenaris dopo i conti

Dopo la pubblicazione dei rispettivi conti, crollano in Borsa Tenaris e Yoox, che a metà mattina sono i due peggiori titoli del Ftse perdendo rispettivamente il 3,7 a 14,80 euro e il 2,8% a 15,05 euro.

Il produttore di tubi per l’esplorazione e la produzione di gas paga i risultati trimestrali inferiori alle stime e un outlook debole. Il terzo trimestre si è infatti chiuso con ricavi e utili sostanzialmente stabili rispetto allo stesso periodo di un anno fa: pari a 2,421 miliardi di dollari, in linea con il dato del terzo trimestre 2013, ma in calo del 9% rispetto al secondo trimestre di quest’anno. L’utile netto è cresciuto del 6% a 318 milioni di dollari. L’ebitda è sceso del 6% a 587 milioni di dollari, contro il consenso che si aspettava 607 milioni e l’ebitda margin si è attestato al 24,3%. La società si attende una ripresa al 26% per fine anno e ha comunque approvato il pagamento di un acconto sul dividendo di 0,15 dollari per azione.



Quanto all’outlook, “guardando avanti, il nostro posizionamento in Argentina e Messico dovrebbe fornire supporto addizionale ai nostri risultati e compensare un possibile minore livello di attività nel resto del mondo”, ha spiegato la società, avvertendo tuttavia che, “se il prezzo del petrolio dovesse rimanere su questi livelli o dovesse scendere ancora, c’è il rischio di un rallentamento delle attività di perforazione petrolifera in nord America e di rinvio dei progetti offshore”.

In difficoltà a Piazza Affari anche Yoox, nonostante i conti siano sostanzialmente in linea con le attese. La società del lusso ha archiviato i primi 9 mesi del 2014 con un utile netto in aumento del 29,6% a 4,6 milioni di euro su ricavi per 366,3 milioni, più o meno in linea con le attese degli analisti. La crescita dei ricavi è del 14,7% a cambi correnti e del 17,9% a cambi costanti, si legge in una nota.

Il gruppo di Internet retail per i brand della moda e del design ribadisce nel comunicato diffuso ieri sera di attendersi di poter conseguire nel 2014 “un’ulteriore crescita del fatturato e dei profitti”, a cui dovrebbero contribuire entrambe le linee di business e tutti i principali mercati. “In particolare, gli ultimi mesi del 2014 potranno beneficiare di un complessivo miglioramento di tutte le più importanti valute contro l’euro, ad eccezione del rublo; il monomarca potrà contare su un perimetro di business sostanzialmente omogeneo rispetto agli stessi mesi del 2013, mentre il Multimarca potrà beneficiare di tutte le iniziative predisposte in vista della stagione natalizia”, aggiunge il comunicato.

Commenta