Condividi

Bocconi: Unthinkables 2013, come mettere in pratica le buone idee

Il 14 e 15 giugno la quarta edizione della conferenza che dà appuntamento in Bocconi al mondo dell’imprenditoria e dell’innovazione – Tra gli ospiti, Alberto Bombassei, fondatore e presidente di Brembo, Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto italiano di tecnologia, e il ceo di Campari Bob Kunze-Concewitz.

Bocconi: Unthinkables 2013, come mettere in pratica le buone idee

Una visione senza realizzazione è un’allucinazione. Ossia, le buone idee sono fondamentali, ma bisogna avere la capacità di metterle in pratica. È il concetto che ha mosso Unthinkables 2013, la quarta edizione della conferenza organizzata da Bocconi Alumni Association che, venerdì 14 e sabato 15 giugno, riunisce in Bocconi professionisti dell’innovazione, della finanza, dell’industria e dell’accademia per un giorno e mezzo all’insegna del confronto su come trasformare in successi le buone intuizioni. Il motto “making things happen” guida dunque sessioni e dibattiti.

A parlare di come rendere possibile l’impensabile attraverso imprenditoria, innovazione, best practice, tecnologia sono Bob Kunze-Concewitz, ceo di Campari, Roberto Cingolanidirettore scientifico dell’Istituto italiano di tecnologia, Nader Sabbaghianchief executive officer di BravoSolution eMassimiliano Moi, chief executive officer di UniCredit Leasing, e Alberto Bombassei, fondatore e presidente di Brembo. I tre temi cardine dell’innovazione, del mercato e della finanza vengono affrontati anche nei panel dei docenti Gianmario Verona, Tim chair professor in market innovation e direttore dell’Mba SDA Bocconi, Sandro Castaldo, ordinario Bocconi e professore di marketing SDA, e Andrea Dossi, professore associato e direttore dell’Area amministr azione, controllo, finanza aziendale e immobiliare della SDA e negli interventi dei leader dei Topic group BAA dedicati all’innovation, al marketing e ai chief financial officer.



“Saper passare dai principi all’azione è ciò che fa la differenza”, commenta Bruno Busacca, dean della SDA Bocconi, che aprirà i lavori della conferenza. “L’obiettivo di Unthinkables 2013, di conseguenza, è che i partecipanti possano ottenere elementi e soluzioni applicabili ai loro contesti. Per questo la struttura della conferenza è caratterizzata dalla massima interattività e dal profondo coinvolgimento della faculty Bocconi”.

Scarica il programma completo della due giorni

Commenta