Condividi

BioNTech alza le stime sui ricavi da vaccino, trimestre record

Grazie alle terze dosi e al via libera al vaccino per la fascia d’età 5-11 anni, Pfizer e BioNTech venderanno molti più vaccini – La società alza la guidance

BioNTech alza le stime sui ricavi da vaccino, trimestre record

Vaccino d’oro anche per BioNTech. La società tedesca che insieme a Pfizer ha prodotto il primo preparato a mRna ha alzato le stime sui ricavi annui derivanti da vaccino, portandole a quota 17 miliardi di euro (19,7 miliardi di dollari) dalle precedenti previsioni pari a 15,9 miliardi di euro. Una decisione ampiamente attesa dal mercato dato che la settimana scorsa anche Pfizer aveva migliorato la guidance sui ricavi da vaccino, passando da 33,5 a 36 miliardi di dollari per il 2021 e prevedendo per l’anno prossimo ricavi per 29 miliardi di dollari. 

Per le due società partner alla base dell’aumento ci sono la stesse motivazioni: l’approvazione delle dosi di richiamo in vari Paesi del mondo e l’estensione del vaccino alla fascia d’età compresa tra i 5 e i 12 anni. Le due aziende hanno già firmato contratti per consegnare circa 2,5 miliardi di dosi del vaccino quest’anno e prevedono di produrre fino a 3 miliardi di dosi entro la fine del 2021. Tramite una nota, BioNTech ha inoltre sottolineato che al 2 novembre sono state spedite oltre due miliardi di dosi del vaccino in 152 Paesi o territori in tutto il mondo.



“Continuiamo a lavorare diligentemente per rispondere al bisogno globale di vaccini, con l’impegno di garantire un accesso equo ad essi – ha affermato Ugur Sahin, Ceo e co-fondatore di BioNTech – La nostra solida strategia clinica e normativa ha portato a recenti approvazioni che espandono l’accesso a gruppi di età aggiuntivi e autorizzazioni per dosi di richiamo per più popolazioni”. “Abbiamo anche avuto un trimestre forte per quanto riguarda la nostra pipeline oncologica – ha aggiunto – Il nostro approccio all’oncologia risponde alle esigenze uniche di ogni paziente sfruttando più piattaforme terapeutiche con potenziale di combinazione”.

Per quanto riguarda il terzo trimestre, BionTEch ha registrato ricavi pari a 6,087 miliardi di euro, una cifra che si raffronta con i 67,5 milioni di fatturato registrato nello stesso periodo del 2020. Nei nove mesi invece i ricavi ammontano a 13,44 miliardi di euro rispetto ai 136,9 milioni di euro dell’esercizio precedente, con l’aumento “dovuto principalmente ai rapidi aumenti della fornitura e delle vendite del vaccino Covid-19 in tutto il mondo”. L’utile netto è stato di 3,21 miliardi di euro nel terzo trimestre, rispetto alla perdita netta di 210 milioni di euro dello stesso trimestre dell’anno scorso.

Da sottolineare che, grazie al vaccino anti-Covid, la società tedesca avrà i fondi per finanziare il resto della sua pipeline sperimentale. BioNTech ha infatti 4 programmi in studi clinici di fase intermedia per i trattamenti contro il cancro. 

Sul Nasdaq il titolo BioNTech viene colpito dalle prese di beneficio (-3%). Nella seduta di ieri il titolo aveva guadagnato l’11,98%. 

Commenta