Condividi

Banco Bpm, la speculazione l’attacca ma il suo patrimonio supera le soglie della Bce

Il patrimonio del Banco Bpm, terza banca italiana nata dalla prima fusione tra banche popolari, supera nettamente i requisiti prudenziali determinati dalla Bce che presuppongono un Common Equity Tier 1 dell’8,15% mentre la banca guidata da Giuseppe Castagna il 12,30%

Banco Bpm,  la speculazione l’attacca ma il suo patrimonio supera le soglie della Bce

I numeri parlano a favore del Banco Bpm e da domani si vedrà se il mercato si ravvederà e frenerà la speculazione che nell’ultima settimana ha preso di mira la banca guidata da Giuseppe Castagna che in Borsa ha perso il 15% dilapidando tutti i guadagni d’inizio anno.

Sono state proprio le voci, forse diffuse strumentalmente, sull’incertezza patrimoniale della terza banca italiana ad alimentare la speculazione ma i fatti raccontano di una solidità fuori discussione. In base agli esiti del processo di revisione e valutazione prudenziale dei requisiti patrimoniali dopo la fusione da cui il primo gennaio è nata la banca, la Bce ha infatti determinato per il 2017 un Common Equity  Tier 1 dell’8,15% ma il Banco Bpm supera ampiamente questa soglia avendo un Common Equity Tier 1 del 12,30%.



Superiori alle indicazioni della Banca centrale europea risultano anche il Total Srep Capital requirement  e il Total Capital ratio del Banco Bpm che si appresta a incassare anche i benefici del nuovo piano industriale e le cedole delle società partecipate. Ora la parola è alla Borsa.

Commenta