Condividi

Banco Bpm e Cattolica Assicurazioni, closing ok

Banco Bpm e Cattolica Assicurazioni hanno perfezionato il closing per l’acquisto da parte della compagnia veneta del 65% in Avipop Assicurazioni e in Popolare Vita e per l’avvio di una partnership commerciale nel ramo Vita e Danni sulla rete dell’ex Banco Popolare

Banco Bpm e Cattolica Assicurazioni, closing ok

Banco Bpm ha perfezionato l’acquisto da Aviva Italia del 50% + 1 azione di Avipop Assicurazioni, ad un prezzo pari a 267,9 milioni di euro (l’importo comprende la quota dell’utile 2017 e 2018 riconosciuta ad Aviva Italia). Perfezionato inoltre l’acquisto da UnipolSai Assicurazioni del 50% + 1 azione di Popolare Vita, ad un prezzo pari a 535,5 milioni di euro.

“Ad esito dell’esecuzione di tali operazioni – si legge in un comunicato – che hanno consentito al Banco Bpm di conseguire il 100% del capitale di Avipop Assicurazioni e di Popolare Vita – Banco Bpm e Cattolica Assicurazioni hanno perfezionato oggi la cessione a quest’ultima del 65% del capitale delle Compagnie Assicurative, e l’avvio di una partnership commerciale nei rami vita e danni, sulla rete ex Banco Popolare, per una durata di 15 anni”.



A seguito di un’attività di rebranding delle compagnie assicurative e delle relative controllate, le stesse acquisiranno la denominazione Vera Vita (già Popolare Vita), Vera Financial Ltd (già The Lawrence Life Dac), Vera Assicurazioni (già Avipop Assicurazioni), e Vera Protezione (già Avipop Vita)

Il valore riconosciuto da Cattolica Assicurazioni, conformemente alle previsioni contrattuali, è pari a 853,4 milioni di euro. In aggiunta i dividendi ordinari delle compagnie assicurative relativi all’esercizio 2017 (89,1 milioni di Euro) sono interamente di competenza di Banco Bpm.

“L’accordo siglato con Cattolica Assicurazioni – ha commentato l’ad di Banco Bpm Giuseppe Castagna – ci permette di costruire, nei tempi previsti, una partnership solida e di lungo periodo con un player di primario standing nel comparto assicurativo, con una prospettiva di crescita che creerà valore per entrambe le società”.

“Oggi è un giorno importante per Cattolica – ha aggiunto Alberto Minali, Ad di Cattolica assicurazioni – in quanto prende avvio, formalmente con il closing, la nostra collaborazione con Banco Bpm, un sodalizio che ci vedrà partner per i prossimi 15 anni. La jv dà forza alla capacità produttiva e distributiva di Cattolica, uno dei driver del nostro Piano Industriale al 2020”.

Commenta