Azioni Moncler, quotazioni del titolo MONC in Borsa

Tutto quello che c’è da sapere per rimanere aggiornati sul mercato finanziario. Informazioni, andamento e grafico in tempo reale sulle quotazioni in borsa dei maggiori titoli sui listini mondiali.

Piumini Moncler
Piumini Moncler

Codice ISIN: IT0004965148
Settore: Beni di consumo non durevoli
Industria: Abbigliamento/calzature


Le azioni di Moncler sono quotate alla Borsa di Milano con il ticker MONC.

Guarda lo storico della quotazione del titolo

Descrizione Azienda

Moncler è un’azienda tessile italiana specializzata in abbigliamento e accessori di lusso. L’azienda è nata in Francia nel 1952 da René Ramillon, artigiano di attrezzature da montagna francese, e André Vincent.

Moncler è famosa in particolar modo per i suoi piumini; offre una vasta gamma di piumini per tutte le stagioni.

Inizialmente azienda francese, Moncler diventa un marchio italiano nel 1992, per mezzo di Pepper Industries, che poi lo cede a Finpart.

Dal 2003 il marchio è stato comprato dall’imprenditore Remo Ruffini (presidente, AD, e direttore creativo dell’azienda). Ruffini ha rivoluzionato Moncler reiventando completamente il brand.

Da dicembre 2013 Moncler viene quotato sul Mercato Telematico Azionario (MTA) di Borsa Italiana. Le azioni, il giorno dell’ingresso in Borsa, segnano un aumento del 47% portando il valore dell’azienda da 3,5 miliardi di dollari a 4 miliardi.
Da marzo 2014 il titolo Moncler entra a far parte dei 40 titoli a maggior capitalizzazione della Borsa di Milano (FTSE MIB).
Nel settembre 2016 è parte dei 600 principali titoli europei (STOXX EUROPE 600) e nel 2018 entra nell’indice MSCI Global Standard, che copre circa l’85% della capitalizzazione dei principali mercati sviluppati ed emergenti.

A dicembre 2020 Moncler ha acquisito l’azienda italiana Stone Island per 1,15 miliardi di euro con l’obiettivo di creare un nuovo un polo del lusso. La famiglia Rivetti entra così nella holding come socio di minoranza; viene creata la Double R S.r.l.

Moncler vende i suoi prodotti in oltre 75 paesi attraverso i suoi negozi monomarca (circa 200) e tramite i rivenditori specializzati.

Ha circa 4.200 dipendenti.

Moncler realizza la maggior parte delle sue vendite in Asia, Europa e America.

Il fatturato nel 2019 è stato di 1,628 miliardi di euro con un utile netto 361,5 milioni.

I maggiori azionisti di Moncler, a giugno 2021, sono:

  • Double R S.r.l 19,9%
  • Morgan Stanley Investment Management Company 11,5%
  • Capital Research and Management Company 4,8%
  • Blackrock Inc. 4,5%
  • Invesco Limited 2,8%
  • Rivetex S.r.l. 2,8%
  • Azioni proprie 1,5%

Il resto (52,2%) è dato dal mercato azionario.

Attualmente le azioni Moncler sono scambiate a circa 57 euro.

Approfondimento economico e finanziario dell’azienda

Moncler è stata fondata nel 1952 a Monestier-de-Clermont, località di montagna vicino a Grenoble, in Francia. Il nome Moncler deriva dall’acronimo dell cittadina.

Inizialmente la produzione era molto limitata; i primi prodotti proposti erano sacchi a pelo imbottiti, tende da campo e mantelle foderate con cappuccio.

Comincia a produrre i primi piumini nel 1954 per i suoi operai in modo da permettere di coprirsi durante l’inverno nello stabilimento di montagna. Questi piumini vengono notati dall’alpinista Lionel Terray che ne suggerisce la produzione per l’alpinismo in alta quota. Dopo averli testati i piumini Moncler vengono equipaggiati per diverse spedizioni tra le quali:

  • 1954 spedizione italiana per la prima conquista del K2
  • 1955 spedizione francese che raggiunse la cima del Makalu
  • 1964 fornitore ufficiale delle spedizioni in Alaska organizzate da Lionel Terray

Nel 1968 Moncler è fornitore ufficiale della nazionale francese di sci alpino durante i Giochi Olimpici Invernali di Grenoble. Il logo Moncler muta, sostituendo il precedente Monte Eguit con il disegno di un gallo.

Nel 1972 viene creato un piumino più leggero e maneggevole.

Dagli anni ottanta, con l’esplosione del turismo di massa, il piumino, con le sue impunture e il suo effetto verniciato, comincia a diffondersi anche nelle città.

Nel 2003 l’azienda era in difficoltà e Remo Ruffini decide così di acquistarla rivoluzionandone il brand.

Negli anni Moncler si afferma come top brand nell’abbigliamento. È presente nel mercato con varie collezioni e ha anche collaborato negli anni con marchi e designer, firmando collezioni o prodotti a edizione limitata.

Dal 2013 Moncler è quotato in Borsa.

Nel febbraio 2018 Moncler lancia il progetto Moncler Genius, modello di business caratterizzato da un insieme di collezioni create da diversi designer e rilasciate mensilmente.

Le ultime notizie su Moncler
ribasso o rialzo?

Borse a due velocità: Moncler affonda ma Tod’s vola grazie a Lvmh

Le Borse europee chiudono in ribasso una settimana altalenante ma Wall Street rimbalza – A Piazza Affari lusso a due facce: male Moncler dopo i conti di ieri, molto bene Tod’s (+11,4%) grazie alla fiducia di Lvmh – Bitcoin sotto i 50 mila dollari

Tod's borsa immagine di repertorio

Lvmh fa volare Tod’s più di Ferragni. Arretra Moncler

Gli acquisti sul gruppo di Della Valle volano dopo la rimonta di Arnault nel capitale. La Borsa fiuta nuovi M&A e il lusso parla sempre più francese

Sfilata di moda

Borsa, moda e lusso volano nonostante il Covid: la classifica dei rialzi

Lusso e moda sono tornate a viaggiare a vele spiegate in Borsa grazie al rilancio del mercato cinese – Farfetch è la prima nella classifica mondiale rialzi, Lvmh in testa in Europa e Moncler in Italia

ribasso o rialzo?

Borse, Europa a 2 velocità ma la Fed estende gli aiuti

La Fed estende gli aiuti all’economia – In Europa invece le Borse vanno in ordine sparso: vendite a Milano e a Francoforte, nuovi rialzi soprattutto a Londra – Atlantia, Campari, Ferrari e Moncler i migliori titoli di Piazza Affari.

Covid e Brexit

Hard Brexit e lockdown tedesco spaventano le Borse

Il rischio di una brusca rottura tra Londra e l’Europa e di un lockdown duro in Germania per il crescere dei contagi allarmano i mercati e mandano in rosso tutte le Borse – Piazza Affari perde lo 0,97% ma Moncler, Nexi e Amplifon vanno in controtendenza