Condividi

Auto elettrica: da Enel X 5.700 colonnine a fine marzo, 10mila nel 2019

Nel presentare il rapporto realizzato con la Fondazione Symbola, l’Ad Venturini ha ribadito l’obiettivo di arrivare a 28mila colonnine entro il 2022 – In Italia le vendite di auto elettriche raddoppiano, ma i numeri sono ancora bassi

Auto elettrica: da Enel X 5.700 colonnine a fine marzo, 10mila nel 2019

“Abbiamo raggiunto l’obiettivo d’installare in Italia 5.700 punti di ricarica per le auto elettriche entro il 31 marzo. Il prossimo traguardo è arrivare a quota 10mila entro il 2019 e poi a 28mila entro il 2022, per un investimento complessivo di 300 milioni di euro”. Questi i dati forniti da Francesco Venturini, amministratore delegato di Enel X, durante la presentazione del rapporto “Cento Italian E-mobility Stories 2019”, realizzato insieme alla Fondazione Symbola e presentato lunedì a Roma.

“In Romania installeremo 3mila colonnine entro 3 anni e in Spagna arriveremo a 10mila entro il 2022 – ha aggiunto Venturini – Ma le infrastrutture non bastano: serve un cambio di mentalità e un cambio di passo. Non possiamo pensare di continuare a immettere sul mercato mondiale 100-125 milioni di auto nuove ogni anno, dobbiamo trovare il modo di condividere questi asset”.



Per quanto riguarda l’andamento dei prezzi, Venturini ha detto di avere “fiducia nel fatto che, entro il 2025, le auto elettriche diventeranno competitive con i veicoli a combustione interna anche sotto questo profilo”.

Dal rapporto emerge però che la crescita delle auto elettriche è già iniziata. Nel 2016, a livello globale, i veicoli elettrici erano un milione e mezzo, mentre oggi siamo saliti a quota 5,3 milioni, “di cui due milioni in Cina (+150% nel 2018)” e “un milione degli Stati Uniti (+100% nell’ultimo anno). In Europa, prosegue il rapporto, “svetta il primato della Norvegia, dove circolano 250mila auto elettriche a fronte di soli cinque milioni di abitanti”.  

In Italia i numeri sono ancora molto bassi, ma l’andamento delle vendite è comunque positivo: nell’ultimo anno sono raddoppiate, passando dalle circa 5mila unità del 2017 alle circa 10mila del 2018.

Sul versante degli impegni finanziari, una recente ricerca curata da Reuters ha evidenziato che gli investimenti a livello globale annunciati dalle case automobilistiche nei prossimi 5-10 anni ammonteranno a circa 300 miliardi di dollari.

Martedì a Firenze si apre ExpoMove, la prima fiera sulla mobilità elettrica, promossa da Enel e Fondazione Symbola.

Commenta