Condividi

A2A: il debito cala, il titolo sale

La multiservizi bresciana chiude i primi nove mesi dell’anno con utile stabile e ricavi in calo, ma l’Ebitda supera le aspettative degli analisti – Bene il titolo, tra i migliori della Borsa italiana.

A2A: il debito cala, il titolo sale

Vanno in archivio i primo nove mesi del 2014 A2A, che si chiudono con un utile netto di gruppo pari a 159 milioni di euro, invariato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mente i ricavi hanno accusato una contrazione dell’11% su base annua a quota 3,632 miliardi. L’Ebitda si attesta invece a 783 milioni, in discesa del 6,7%, ma oltre le aspettative degli analisti, che prevedevano un calo più netto, a quota 764 milioni.

Nei primi nove mesi dell’anno, inoltre, la multiservizi bresciana ha registrato una generazione di cassa netta positiva per 408 milioni di euro. Infine, l’indebitamento finanziario netto è sceso a 3,466 miliardi dai 3,5 miliardi di giugno di quest’anno. Il dato è migliore delle attese degli analisti, che si aspettavano una variazione nulla del dato. 



Dopo la pubblicazione dei risultati, il titolo di A2A ha iniziato ad avanzare a Piazza Affari, registrando un rialzo poco inferiore al 2% in Borsa a metà pomeriggio e segnalandosi come uno dei migliori titoli del listino italiano, che negli stessi minuti viaggia in territorio leggermente negativo. 

Commenta