Condividi

Scandalo Libor, non sarà più la Bba a fissare il tasso interbancario Libor, multa per Rbs?

La Bba, dopo le nuove proposte del team di Wheatley, direttore della Consob inglese (Fsa), non fisserà più il tasso Libor – La Rbs nel frattempo potrebbe essere la seconda banca a pagare una maxi multa – Ma il vero problema sarebbe stabilire un controllo esterno sul Libor, troppo vulnerabile a manipolazioni interne

Scandalo Libor, non sarà più la Bba a fissare il tasso interbancario Libor, multa per Rbs?

Non sarà più la British Bankers Association a fissare il tasso interbancario inglese Libor dopo 26 anni. Lo ha fatto sapere in un comunicato stampa la stessa associazione delle banche inglese.

Questa decisione resa da parte della Bba è stata dettata dalle varie inchieste che negli scorsi mesi ha tenuto banco allo scandalo Libor: è venuto fuori infatti che la British Bankers Association manipolava arbitrariamente il tasso, riferimento principale per i prestiti tra le banche, così da trarne profitti.



Nei giorni passati alcuni quotidiani avevano anticipato che Martin Wheatley, direttore generale della Fsa, l’inglese Consob, ha richieso dei nuovi provvedimenti per controllare meglio il tasso interbancario inglese. E quest’ultima ha fatto sapere che intende collaborare con il team di Wheatley nel “completamento delle loro consultazioni sul futuro del Libor. […] Se le indicazioni di Wheatley comprenderanno un cambiamento sulle competenze sul Libor, la Bba lo sosterrà” si legge in una nota.

Wheatley infatti intende far fissare il tasso basandosi su transazioni reali.

Il caso Libor esplose a giugno quando le autorità di vigilanza britannica e statunitensi inflissero a Barclays una multa da 363 milioni di euro per tentata manipolazione dei tassi interbancari Libor ed Euribor; illeciti avvenuti tra il 2005 e il 2009. Lo scandalo spinse l’intero vertice alle dimissioni. Nei mesi successivi le indagini si sono allargate oltreocenao, coinvolgendo colossi bancari statunitensi come Morgan Stanley e Citigroup. Recentemente però anche la Royal Bank of Scotland (Rbs) potrebbe essere la seconda banca a pagare una maxi multa, ma la Banca vorrebbe comunque poter recuperare e “non ripetere più gli errori del passato”. Fu indagato recentemente anche Timothy Geithner, segretario del Tesoro americano, all’epoca a capo della Fed, e Mervyn King, venuti a conoscenza dei fatti.

Il Libor è il tasso interbancario preso come riferimento mondiale per tutti i generi di prestiti bancari, compresi i mutui immobiliari e viene indicato ogni giorno dalla Bba sulla base dei costi di finanziamento interbancario riferito dalla altre banche. Il controllo sul tasso non viene sottoposto dall’esterno, per questo è più facile che venga manipolato. Infatti molti traders avrebbero modellato a piacimento il tasso per migliorare la propria posizione.

Commenta