Condividi

Valtur chiude la stagione estiva in crescita

Per il leader italiano nella gestione di resort turistici l’esercizio 2016/17 si chiude con oltre 1 milione di presenze, tra la stagione invernale e quella estiva, con un aumento del 13% rispetto all’anno precedente a parità di perimetro e conferma il trend di crescite avviato dalla nuova gestione Valtur.

Valtur chiude la stagione estiva in crescita

La chiusura del periodo estivo rappresenta per Valtur l’occasione per fare il punto sulla stagione che si è appena conclusa e sui risultati dell’ultimo anno.

Per il leader italiano nella gestione di resort turistici l’esercizio 2016/17 si chiude con oltre 1 milione di presenze, tra la stagione invernale e quella estiva, con un aumento del 13% rispetto all’anno precedente a parità di perimetro e conferma il trend di crescite avviato dalla nuova gestione Valtur.

Il fatturato totale dell’anno, comprensivo anche dei ricavi ancillari è di circa 86 milioni di euro, in incremento del +7% sull’anno precedente; in particolare la stagione estiva segna un’importante crescita delle “core revenues” che a valori omogenei crescono del 30%. La crescita è avvenuta sia per volumi, ed infatti il tasso di occupazione dei Resort ha registrato un incremento del +16%, ma anche per prezzo con un ricavo medio per presenza in crescita del 20%.

Commenta Elena David, amministratore delegato e direttore generale di Valtur: “Sono dati incoraggianti che confermano la bontà delle strategie adottate. Valtur sta cambiando pelle: in controtendenza rispetto alle precedenti gestioni, puntiamo ad una clientela sensibile in primis alla qualità del servizio, piuttosto che alla mera variabile prezzo. Vogliamo portare valore offrendo un’esperienza di vacanza unica”.

Una menzione per le performance ottenute in Sardegna (+56% di ricavi), dove Valtur opera con i tre resort Torre Chia, Colonna Beach e Tanka. Quest’ultimo in particolare ha raggiunto i migliori risultati degli ultimi 5 anni pur nella discontinuità della gestione. 

Best performance anche per il Valtur Favignana, che ha registrato un incremento del fatturato del +98%, un contributo significativo allo sviluppo del territorio riconosciuto anche dalle amministrazioni locali con il premio “Eccellenze delle isole Egadi”. 

Con riferimento ai canali di vendita ha contribuito in modo significativo il business proveniente dalle On-Line Travel Agency, un canale nuovo per Valtur, avviato nell’aprile 2017 che, con soli 4 mesi di vendite rappresenta l’8% dei ricavi ed è destinato a crescere soprattutto nei mercati stranieri dove Valtur non si è ancora affacciata. 

Permane lo storico rapporto con il canale delle agenzie di viaggio tradizionali, che continuano a rappresentare un partner privilegiato per Valtur ed a cui sono stati dedicati nell’anno in corso importanti sforzi di promozione.

Per quanto riguarda il rinnovamento delle strutture nell’esercizio Valtur ha investito 8 milioni di euro di CAPEX nell’ambito di un più ampio piano di valorizzazione e progressivo ammodernamento dei resort, punto importante della nuova strategia Valtur, che ha visto particolare attenzione all’area camere , con nuove dotazioni di TV e piumini, ed all’area buffet con l’avvio a partire dal Valtur Tanka di una nuova immagine più fresca e moderna ed interventi importanti anche di carattere strutturale.

L’anno in chiusura ha portato da un lato più presenze sul fronte internazionale, con un incremento del segmento dei Tour Operator esteri del 10%, dall’altro ha visto l’ingresso di Valtur nel settore business-congressuale, con la costituzione di una nuova divisione dedicata al mondo MICE (meeting, incentive, convention & events) e la creazione di una tensostruttura per i grandi eventi, il Tanka Pavilion che diventa organica alla struttura. Ciò consentirà l’estensione della stagionalità della struttura e l’affluenza di nuovi segmenti di mercato.

“Siamo un’azienda veterana ma lavoriamo con l’energia e lo spirito di una start up!”, conclude Elena David a 10 mesi dal suo insediamento ai vertici dell’azienda. “Il lavoro di questi mesi è stato concentrato sulla necessità di invertire il trend negativo della precedente gestione focalizzandosi in primis sul riposizionamento del marchio. I risultati della stagione evidenziano la ripresa commerciale anche se rimangono da superare alcune criticità strutturali ereditate. Sono certa che il nostro impegno e la professionalità della squadra ci consentiranno di raggiungere importanti traguardi”.

Commenta