Energia, Uber, Tap: tre beffe per i consumatori

Il rinvio della liberalizzazione elettrica, la bocciatura di Uber e la sospensione dell'espianto degli ulivi per il gasdotto Tap segnano il trionfo degli interessi costituiti e della conservazione degli assetti esistenti in una fase politica che risente dell'avvicinarsi delle elezioni…
Italexit e l’insostenibile leggerezza del rapporto Mediobanca

Il recente rapporto di Mediobanca sugli effetti di un'ipotetica uscita dell'Italia dall'euro contribuisce ad alimentare l'infondata convinzione che, tutto sommato, al nostro Paese convenga lasciare la moneta unica ma lo fa basandosi su analisi approssimative ed apodittiche che trascura del…
Italia più povera ma troppi equivoci sulla povertà

La crisi globale ha ridotto il reddito pro-capite degli italiani anche se la classe media ha retto - Le persone in povertà assoluta sono aumentate ma gli indicatori sui rischi di povertà fanno discutere e si prestano a facili strumentalizzazioni…
Ma ora chi pensa alle riforme economiche?

La lunghissima campagna referendaria e quella elettorale già in corso e le picconate dei giudici costituzionali e amministrativi alle riforme delle banche e della Pa gettano una pesante ipoteca sul futuro prossimo delle riforme strutturali di cui il Paese ha…
Un New Deal dell’istruzione per il Sud

Per rilanciare davvero il Mezzogiorno occorre rafforzare il capitale sociale e puntare sull'istruzione ma con politiche opposte a quelle assistenziali degli anni passati - Assegnare fondi straordinari alle università ma su basi competitive e regole d'ingaggio differenziate dei docenti -…
Reti elettriche e nuove tariffe: come cambiano le regole del gioco

Nel nuovo sistema tariffario introdotto dall'Autorità dell'energia per le reti elettriche ci sono importanti segnali di discontinuità e significative novità nel modello di regolazione ma gli investimenti innovativi meriterebbero una incentivazione più forte - La sfida sulla crescita economica del…