Ma ora chi pensa alle riforme economiche?

La lunghissima campagna referendaria e quella elettorale già in corso e le picconate dei giudici costituzionali e amministrativi alle riforme delle banche e della Pa gettano una pesante ipoteca sul futuro prossimo delle riforme strutturali di cui il Paese ha…
Matteo Renzi, tutte le ragioni di una sconfitta

Matteo Renzi ha perso il referendum perchè ha fatto tanti errori tattici, non ha saputo tessere le alleanze e ha rivelato difetti imperdonabili come quello di non saper ascoltare e di avere una squadra mediocre, ma l'Italia ha ancora bisogno…
Fmi, scenari: Brexit e Deutsche Bank le mine vaganti

I recenti incontri del Fmi hanno messo in evidenza le debolezze dell'economia mondiale, che ha 152 triliardi di debito e oltre 300 triliardi di asset e prodotti finanziari, contro un Pil globale di meno della metà - Due le mine…
Referendum, Enrico Letta: “Voterò Sì”

Malgrado i dissapori con Renzi, l'ex premier Enrico Letta ha confermato ieri che al referendum sulla riforma costituzionale voterà Sì: "Mi sono impegnato a far nascere il percorso delle riforme e sono convinto", ha detto.
Una buona politica per la crescita

L'Italia cresce poco ma non esiste una bacchetta magica per accelerare lo sviluppo: l'unica strada è quella di perseverare nella politica delle riforme intrapresa dal governo Renzi e di puntare sui cambiamenti culturali che possono anticiparne gli effetti. Ne hanno…

In questo momento i grandi operatori finanziari internazionali che guardano all'Italia pensano più ai riflessi del referendum costituzionale che al suo deficit pubblico perchè comprendono che dal referendum dipenderà il futuro delle riforme italiane e la possibilità o meno di…
Renzi: “Con il No nella Ue non ci fila più nessuno”

Il premier intervistato da Eugenio Scalfari alla Repubblica delle idee si dice pronto a firmare una legge che limiti a due i mandati del presidente del Consiglio. "Con la vittoria del No in autunno l'Italia diventa ingorvernabile". Sei mesi, tra…
La Confindustria di Boccia vota SI’ al referendum

Secondo il nuovo presidente di Confindustria la fine del bicameralismo paritario è a portata di mano e le riforme costituzionali sono la premessa per il cambio di passo dall'Italia: chi si oppone ha il dovere di presentare alternative praticabili e…
Fmi: Italia ok, riforme “impressionanti”

Tre punti del Fondo Monetario Internazionale a favore dell'Italia e del governo Renzi: impressionanti le riforme, bene il Fondo Atlante per stabilizzare le banche, la ripresa è lenta ma c'è.
Napolitano:  se vince il NO, addio riforme

Il Presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, scende apertamente in campo in difesa della riforma della Costituzione e del Senato e per il SI' al prossimo referendum: in un'intervista sul "Corriere della Sera" sostiene che se vincesse il NO la…

Un maggior deficit pubblico spinge l'attività economica nell'immediato, ma al costo di una futura recessione e di un aumento dell'onere del debito che in Italia è già molto alto. La finanza facile fa aumentare il debito/Pil nel lungo periodo ed…
Fusione Popolari e riforma Bcc: è l’effetto Renzi

Il via libera alla fusione tra il Banco Popolare e la Bpm e l'approvazione della riforma delle Bcc alla Camera sono due ottime notizie che nascono dalla determinazione del governo Renzi di modernizzare e rafforzare il sistema bancario con riforme…
La crescita economica non si fa con il deficit

Un maggior deficit pubblico spinge l'attività economica nell'immediato, ma al costo di una futura recessione e di un aumento dell'onere del debito che in Italia è già molto alto. La finanza facile fa aumentare il debito/Pil nel lungo periodo ed…