Ilva, Piombino e Alitalia: i dossier scottanti di Calenda

Il rush finale delle due cordate per l'Ilva di Taranto e la novità tecnologiche di Arvedi - Meno ottimismo per Piombino: gli algerini sondano le Acciaierie Venete? - L'ipotesi di un'azione di responsabilità contro gli amministratori di Alitalia: che cosa…
Ilva al duello finale e forse “bresciani” per Piombino

Maggio sarà un mese cruciale per la siderurgia italiana a partire dall'assegnazione dell'impianto di Taranto conteso dalle cordate Mittal-Arcelor-Marcegaglia e Jndal-Arvedi-DelVecchio-Cdp - Qualcosa si muove anche per l'impianto di Piombino: si parla di un'offerta italiana che ridimensionerebbe l'occupazione e libererebbe…
Ilva, Taranto: le due cordate ai raggi X

Sia la cordata Mittal-Marcegaglia sia quella composta da Jindal-Arvedi (con Del Vecchio e Cdp) puntano a produrre 10 milioni di tonnellate di acciaio ma la seconda li concentrerà tutti nel sito di Taranto - La partecipazione come finanziatore di Intesa…
Acciaio, Piombino ad alta tensione: tutte le manovre in corso

La sopravvivenza dell'impianto siderurgico toscano infiamma lo scontro sindacale, politico e industriale - Pochi soldi, scarsa liquidità,insufficiente capitale ma anche difficoltà politiche interne frenano il piano di rilancio degli algerini della Cevital - E ora scende in campo il Commissario…
Ilva, con Taranto l’acciaio italiano torna a crescere

Il pagamento miliardario a titolo risarcitorio della famiglia Riva chiude un delicato contenzioso legale e permette all'Ilva di Taranto di intravedere un percorso di crescita con la gara tra le due cordate per l'assegnazione dello stabilimento siderurgico più importante d'Europa…
Ilva, Taranto: Riva e le 2 cordate aprono nuovi scenari

Le ingenti somme versate dalla famiglia Riva per la bonifica ambientale di Taranto e la solidità industriale e finanziaria delle due cordate concorrenti (Arvedi-Jindal e Mittal-Marcegaglia) allontano finalmente lo spettro della chiusura del più importante polo siderurgico italiano e aprono…

Di fronte alla bufera giudiziaria e al disastro dei conti servono subito tre cambiamenti: niente incarichi a multinazionali di revisione e consulenza ma rapida due diligence da affidare a professionisti che scavino nel bilancio dell'azienda, senza escludere azioni di responsabilità;…

La crisi del giornale economico non sta solo nei conti disastrosi ma nella perdita di indipendenza e autorevolezza - Tardive le dimissioni di Squinzi - Per il nuovo presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, non sarà facile ricapitalizzare e mettere in…
Ilva, le buone intenzioni possono portare all’inferno

Le incognite giudiziarie e la debolezza delle cordate in corsa per aggiudicarsi l'impianto di Taranto gettano più di un'ombra sul futuro della siderurgia nazionale - Qualche piccolo passo avanti invece dall'industria del tondino di Brescia con la cessione dei siti…
Acciaio, su il sipario sull’Ilva di Taranto

Entrano nel vivo i giochi per l'acquisizione del più grande impianto siderurgico d'Europa e si fanno avanti Marcegaglia, Mittal-Arcelor, la Cdp, Del Vecchio, Arvedi e forse i player asiatici ma alla fine verranno investiti più capitali privati o pubblici? Intanto…

Emma Marcegaglia, Antonella Mansi e Licia Mattioli sono state le artefici dell'ascesa non scontata di Vincenzo Boccia alla presidenza della Confindustria - Se si aprirà o meno un nuovo corso lo si capirà presto ma in parte dipenderà anche dalle…

Giovedì il Consiglio sceglierà il successore di Squinzi alla presidenza che dovrà fare i conti con un quadro politico diverso dal passato, con un'Europa senz'anima e con l'urgenza di una politica industriale nuova - Finora Vacchi e Boccia si sono…

I due candidati alla presidenza della Confindustria, Alberto Vacchi e Vincenzo Boccia, devono presentare programmi convincenti, a partire dalle due questioni più spinose come il futuro della Luiss, che non è mai decollata come università di eccellenza e quella del…

Sulla corsa alla presidenza della Confindustria hanno avuto ragione i bookmakers londinesi: è un testa a testa tra Vacchi, per il quale parlano i numeri della sua Ima, e Boccia, che rappresenta il meglio dell'imprenditoria meridionale - Ora però i…
Calzoni: Confindustria, non si sceglie così un presidente

Parte malissimo la corsa tra Vacchi, Bonometti, Boccia e Regina: veleni sui giornali e complici ammiccamenti anziché un confronto aperto sui programma e su una squadra snella - Che ne pensano i quattro candidati delle spine della Luiss e del…