Le Borse europee tirano il respiro dopo il lunedì nero

Tutti i listini del Vecchio continente sopra la parità per due effetti: calma sui mercati obbligazionari dell'euro, che recupera sul dollaro. E il rimbalzo del petrolio e delle materie prime. Lo spread Btp-Bund resta a 173 bp. Balzo della Sony…
S&P promuove il Brasile, l’Uruguay vola

Il Sudamerica continua a fare scintille: S&P ha promosso il debito del Brasile a BBB-. Le aspettative di crescita dell'Uruguay si alzano al 5,58%. Gli analisti prevedono che il rischio paese del Venezuela rimarrà stabile.
Cisco accusata di armare la censura di Pechino

Il movimento spirituale Falun Gong ha fatto causa al gigante californiano. L'azienda avrebbe fornito al regime cinese uno "scudo dorato" con cui tracciare e individuare i dissidenti. Galera e torture per 5000 persone.
Fiat, oggi l’annuncio del rimborso Chrysler

Dovrebbe arrivare direttamente dall'ad, Sergio Marchionne, nel corso di una visita in uno stabilimento del Michigan. L'azienda di Detroit rimborserà al Tesoro di Usa e Canada il prestito da 7,55 miliardi di dollari ottenuto due anni fa.
L’allarme brutta politica

Viene lanciato dal presidente della Repubblica Napolitano e da quello della Cei Bagnasco dinanzi ad una campagna elettorale vuota di contenuti. Una normale stretta di mano tra Moratti e Pisapia diventa una notizia.
Il Senato su Statuto delle imprese e credito d’imposta per Pmi

Numerosi in settimana i provvedimenti all'esame di Palazzo Madama che riguardano le imprese: dalla definizione di una nuova base imponibile alla commissione Finanze, al pacchetto energia e al credito d'imposta per le Pmi alla Commissione Industria - Il presidente Baldassarri…
Antitrust: privati discriminati nella ricerca

Secondo l'Authority, il bando Prin 2009 del ministero dell'Istruzione consente solo agli enti pubblici di partecipare alle gare per i finanziamenti. E questo distorce la concorrenza "in modo ingiustificato".

Ricevi un “Pacco regalo” e ti ritrovi abbonato. La società editoriale aveva già ricevuto una multa da 70mila euro per pratiche commerciali scorrette. Ora rischia una nuova sanzione.