Condividi

Prysmian: interconnessione elettrica Francia-Uk sotto la Manica

La società italiana di cavi ha vinto un’importante commessa per l’interconnessione elettrica tra Francia e Gran Bretagna attraverso il tunnel della Manica

Prysmian: interconnessione elettrica Francia-Uk sotto la Manica

Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni, si è aggiudicato una nuova importante commessa, nell’ambito di un più ampio accordo in consorzio con il gruppo Balfour Beatty, leader mondiale nel settore delle
infrastrutture. Il progetto prevede la realizzazione di un’interconnessione ad alta tensione in corrente continua (HVDC – High Voltage Direct Current) tra Francia e Gran Bretagna attraverso il tunnel della Manica.

La commessa fa parte dei Progetti di Interesse Comune della Commissione europea ed è stata assegnata da ElecLink, società interamente controllata da Groupe Eurotunnel, che costruirà un’interconnesione attraverso il tunnel della Manica. Il progetto prevede la realizzazione di un collegamento in cavo per la trasmissione di energia elettrica tra Regno Unito e Francia con una capacità di 1000 MW in entrambe le direzioni di flusso per un valore complessivo per il consorzio di circa € 219 milioni. La quota di Prysmian, che coordinerà progettazione, fornitura, installazione e collaudo dell’interconnessione, è di circa € 79 milioni.

“Lo sviluppo di interconnessioni elettriche è di importanza vitale per l’Europa e siamo orgogliosi di mettere a disposizione la nostra tecnologia ed esperienza per la realizzazione di un’opera di così alto valore strategico” ha dichiarato Massimo Battaini, Senior Vice President Energy Projects di Prysmian Group. Il collegamento in cavo ElecLink HVDC incrementerà gli scambi di energia elettrica tra Francia e Regno Unito, contribuendo all’integrazione dei mercati dell’energia e consentendo l’accesso a fonti di generazione diversificate.

Il progetto ElecLink fornirà capacità di trasmissione aggiuntiva economicamente efficiente e con un impatto ambientale ridotto attraverso l’interoperabilità del tunnel della Manica, un basso impatto ambientale derivante dall’assenza di linee aeree e di cavi sottomarini e una riduzione delle emissioni di CO2 di circa 6,1 milioni di tonnellate. Il progetto consiste in un sistema “chiavi in mano” in cavo estruso interrato ad alta tensione (± 320 kV) in corrente continua (HVDC) e prevede l’ingegnerizzazione, la produzione e l’installazione di un circuito HVDC monopolo simmetrico lungo un percorso di 51 km che attraverserà il tunnel della Manica.

Il sistema in cavo HVDC collegherà le future stazioni di conversione di Peuplingues (Francia) e Folkestone (Regno Unito). Prysmian fornirà e installerà inoltre i cavi interrati per il collegamento HVAC con la sottostazione di Sellindge (Regno Unito). Tutti i cavi saranno prodotti nello stabilimento Prysmian di Gron (Francia), uno dei centri d’eccellenza tecnologica e produttiva del Gruppo per cavi ad altissima tensione, sia in corrente continua sia in corrente alternata.