Condividi

Milano, torna la Fashion Week: vale più di 40 milioni

In programma 63 sfilate, 94 presentazioni, 166 collezioni e debutti. Ma anche appuntamenti aperti al pubblico e un evento, il Green Carpet Fashion Awards Italia, interamente dedicato alla sostenibilità – Ecco programma, sfilate, fiere correlate e i numeri dell’indotto.

Milano, torna la Fashion Week: vale più di 40 milioni

In tutto 166 collezioni dedicate alla primavera-estate del 2018, e poi tutto il contorno di eventi, presentazioni e atmosfera che fanno ancora una volta Milano capitale della Moda: torna oggi, fino al 25, la Fashion Week di Milano Moda Donna. La grande novità di quest’anno è che verranno premiati non solo talento e creatività, ma la manifestazione si fa green e premia anche la sostenibilità. Si svolgerà infatti la prima edizione dei Green Carpet Fashion Awards Italia, organizzato da Camera Nazionale della Moda Italiana in collaborazione con Eco-Age di Livia Firth.

GREEN – Il suggestivo evento avrà luogo presso il Teatro alla Scala il 24 settembre 2017 e vedrà insieme alcuni dei brand più prestigiosi e designer emergenti, la cui visione e creatività rappresentano il futuro della moda. Per l’occasione, il piazzale antistante sarà trasformato in un grande giardino aperto al pubblico. Per il resto il solito fitto programma fatto di 63 sfilate, 94 presentazioni, 20 eventi in calendario, 166 collezioni, debutti (Paul Surridge da Roberto Cavalli, Lucie e Luke Meier da Jil Sander, Manuel Facchini), molti luoghi coinvolti (come la Fabbrica del Vapore), e due maxischermi, in piazza San Babila e piazza Gae Aulenti, per seguire l’evento. 

LE SFILATE – Nella prima giornata di moda ci sono Grinko, Atsushi Nakashima, Alberto Zambelli, Gucci, Byblos, N°21 e Fausto Puglisi. Il 21 inizia con Max Mara, e prosegue senza colpo ferire con Fendi, Prada, Arthur Arbesser e Moschino. Imperdibile il 22 settembre con gli show di Tod’s, Giorgio Armani, Sportmax, Krizia, Etro, Roberto Cavalli, Brognano e Versace. Il 23 settembre arrivano Bottega Veneta, Antonio Marras, Blumarine, Ermanno Scervino, Missoni e Salvatore Ferragamo. Il 24 settembre si terranno gli show di Marni, Trussardi, Laura Biagiotti, Stella Jean e MSGM.

MILANO XL – Per Milano XL si intende tutto il contorno di eventi cittadini aperti al pubblico. A Palazzo della Ragioneria (piazza della Scala) si troverà la Biblioteca dei tessuti, la raffigurazione di una gigantesca libreria in legno montata sulla facciata del palazzo. La Rinascente (piazza del Duomo) ospiterà il Cosmo della bellezza, una composizione di maschere dipinte sulla facciata del palazzo, mentre Galleria Vittorio Emanuele diventa un Salotto delle gioie, mettendo in mostra una selezione di capolavori della storia dell’arte proprio sulla piazza ottagonale. In piazza Croce Rossa, c’è L’ultimo dono, opera dedicata alla filiera produttiva della pelle, mentre in via Montenapoleone troviamo Dalla bottega alla vetrina. Il cinema delle arti e dei mestieri. Il cuore della moda milanese, propone uno spettacolo inedito: sulle facciate dei palazzi saranno proiettati i racconti di arti e mestieri protagonisti della moda italiana. Si termina in piazza San Carlo con Vestire il volto, uno show video per omaggiare l’eccellenza dell’occhialeria italiana. Moschino, insieme a TIDAL e Vodafone Italia, presentano TIDAL X: Moschino, l’afterparty che si terrà in occasione della Milano Fashion Week, giovedì 21 Settembre 2017 all’Apollo Club di Milano, per festeggiare la sfilata di Moschino primavera-estate 2018. Il direttore creativo Jeremy Scott si occuperà di vestire personalmente la guest star della serata, il DJ e produttore canadese Kaytranada.

FASHION FILM FESTIVAL – Torna in occasione della settimana moda donna il Fashion Film Festival Milano, evento di portata internazionale fondato e diretto da Constanza Cavalli Etro che mette in mostra i fashion film di tutto il mondo per condividere diversi punti di vista, codici estetici, narrativi e stilistici. Tre giorni di proiezioni e attività tematiche aperte al pubblico, durante i quali si potrà assistere ad oltre 160 film, selezionati dal comitato artistico del Festival insieme alla curatrice della quarta edizione Gloria Maria Cappelletti, tra più di 800 progetti provenienti da 50 Paesi ed iscritti gratuitamente al concorso. Ad inaugurare la manifestazione sabato 23 settembre alle ore 19 la presentazione in anteprima milanese del film documentario sulla vita di Franca Sozzani Chaos and Creation, diretto dal figlio Francesco Carrozzini, fotografo e regista. Una serata speciale ad inviti per ricordare una donna che ha fatto la storia della moda. Tra le novità dell’edizione 2017 #FFFMilanoForWomen, che mira a valorizzare il talento femminile nel settore della moda, del cinema e dell’arte attraverso una serie di progetti tematici ed incontri moderati da protagoniste del panorama culturale e artistico. Prosegue, in questo ambito, la partnership con Vogue Italia con il progetto Through my Eyes ep. 2 – Women’s View: 5 fashion film girati da 5 giovani registe internazionali per raccontare il modo della moda attraverso gli occhi delle donne, che verranno proiettati in un’apposita installazione in Via Montenapoleone durante la Vogue Fashion Night Out 2017 e ovviamente in piazza XXV Aprile 8, presso Anteo Palazzo del CInema, headquarter della quarta edizione del Festival. L’accesso alle proiezioni è gratuito, previa registrazione online sul sito www.fashionfilmfestivalmilano.com, fino ad esaurimento posti.

FIERE – Nel corso della Settimana della Moda appuntamento anche con alcune delle più importanti fiere di settore. Dal 17 al 20 settembre al l Polo Fieristico Rho Pero Milano in scena “MIPEL – The Bagshow” (l’appuntamento internazionale più importante nel panorama mondiale della borsa e dell’accessorio moda) e “theMICAM”, l’Esposizione Internazionale della Calzatura, che presenterà le collezioni per la stagione Primavera/Estate 2018 negli ampi spazi del quartiere espositivo Fieramilano. Dal 22 al 25 settembre 2017 White Milano, l’appuntamento con le collezioni di abbigliamento e accessori per la donna nel segno della ricerca e del contemporary. In concomitanza con la fashion week che vede un forte coordinamento tra le fiere del settore moda, il salone aggiunge una giornata al suo timing. Oltre 500 marchi su quattro aree espositive situate in Via Tortona 27, 31, 35 e 54 (Superstudio Più, Archiproducts, Hotel Nhow, Base Milano).

INDOTTO – La fashion week ha da sempre una ricaduta economica importante sulla città: già un anno fa le stime della Camera di Commercio di Milano avevano stabilito un indotto di oltre 42 milioni di euro nei sette giorni delle sfilate di moda femminile. Una cifra che questa versione ampliata della kermesse punta a superare. Gli effetti si notano su più fronti, tra i quali spicca quello turistico: secondo le stime del Servizio marketing territoriale della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi su dati Res Str Global, nove camere d’albergo su 10 sono piene, specialmente negli hotel centrali e di lusso. Ci sono tutte le premesse perchè la manifestazione in avvio confermi l’impatto economico della fashion week del febbraio scorso, quando le strutture alberghiere del capoluogo lombardo avevano registrato 17 milioni di euro di ricavi, con l’88% di occupazione. Anche in quel caso si era trattato di un’edizione in crescita: +9% dei ricavi rispetto alla settimana della moda invernale del 2016. Ad attirare i turisti, buyer e giornalisti in testa, le prime tre giornate di show: tra mercoledì e venerdì, giorni nei quali sfilano le collezioni di super big come Gucci, Prada, Fendi, Max Mara, Giorgio Armani e Versace, si concentra infatti il 50% dei ricavi alberghieri dell’intera settimana.