Condividi

Jacuzzi sposta le “mini-piscine” dall’America a Pordenone

La produzione di alcuni modelli di mini-piscine idromassaggio da esterno viene spostata dal Nord-America alla provincia di Pordeone

Jacuzzi sposta le “mini-piscine” dall’America a Pordenone

Jacuzzi ha trasferito la sede di produzione di alcuni modelli di mini-piscine idromassaggio da esterno (Spa) dal Nord-America in Italia. Più precisamente a Valvasone Arzene, in provincia di Pordenone, dove le linee di fabbricazione sono già attive.

Dopo l’apertura avvenuta del quartier generale europeo marketing a Milano, anche questa decisione rientra nella strategia dell’azienda di potenziare la propria presenza in Europa e Asia nel mercato delle Spa. Data la crescente richiesta per questa categoria di prodotti, dovuta in particolare allo sviluppo del turismo del wellness, Jacuzzi punta a superare la propria quota di mercato del 20% nei prossimi tre anni con investimenti in R&D che superano il milione di euro.

“Nei prossimi 3 anni Jacuzzi otterrà un incremento del 50% per volumi produttivi e di affari nel mercato delle Spa, questo anche grazie allo sviluppo del settore contract: il nostro obiettivo è quello di accrescere la nostra quota per l’area Europa al di sopra del 20%”, ha dichiarato Fabio Felisi, President & General Manager Jacuzzi Emea-Asia.

“Questo ambizioso obiettivo sarà raggiungibile generando vantaggio competitivo attraverso la creazione di prodotti premium: sono previsti – ha spiegato – investimenti nel settore ricerca e sviluppo superiori ad un milione di euro, che permetteranno di sfruttare al meglio le eccellenze operative del gruppo, ma soprattutto permetteranno di ottimizzare i sistemi produttivi e la distribuzione a livello globale, in un’ottica di lean production e industria 4.0”.