Condividi

Generali Italia, smart working per 1000 dipendenti a Milano e Roma

L’azienda si aggiudica lo Smart Working Award 2017 dell’Osservatorio del Politecnico di Milano – “Miglioramento la work-life balance con un abbattimento nei tempi e nei costi degli spostamenti, oltre a una maggiore motivazione e soddisfazione sul lavoro”.

Generali Italia, smart working per 1000 dipendenti a Milano e Roma

Innovare il modo di lavorare e favorire la conciliazione tra vita professionale e vita privata rafforzando il rapporto di fiducia con i propri dipendenti. Con questo obiettivo Generali Italia prevede nelle sedi di Milano e Roma, per circa 1000 collaboratori, lo Smart Working: il nuovo modo di lavorare più agile e flessibile che meglio si adatta ai ritmi di vita contemporanei.

Ultimato con successo il progetto pilota – Generali Italia ha vinto lo Smart Working Award 2017 dell’Osservatorio del Politecnico di Milano – il programma entra così nel vivo a Milano e, contestualmente, viene lanciato per la prima volta anche a Roma. Per 2 giorni a settimana i dipendenti potranno svolgere la prestazione lavorativa anche in luoghi diversi dalla sede di lavoro abituale, nel rispetto del consueto orario lavorativo.

Gianluca Perin, Direttore HR e Organizzazione di Generali Italia dichiara: “Dopo il successo del pilota avviato sulla sede di Milano, che ha coinvolto circa 230 persone, abbiamo deciso oggi di estenderlo a una platea di dipendenti sempre più ampia su Milano e di lanciarlo anche su Roma. In questa fase, abbiamo riscontrato numerosi benefici che vanno da un complessivo miglioramento nella sfera del work-life balance con un abbattimento nei tempi e nei costi degli spostamenti, ad una maggiore motivazione e soddisfazione sul lavoro. Benefici che per noi si traducono in maggiore produttività e migliore organizzazione del lavoro: la nostra People Strategy promuove, infatti, nuovi modi di lavorare e una nuova cultura manageriale”.

Attraverso lo Smart Working – afferma un comunicato della compagnia –  Generali Italia introduce una nuova filosofia manageriale, che offre flessibilità e autonomia nell’organizzazione del lavoro, a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati.

Per agevolare il lavoro quotidiano anche lontano dall’ufficio, tutti gli smart worker di Generali Italia sono dotati di un pacchetto tecnologico completo, che prevede, tra gli altri strumenti a disposizione, piattaforme di ecollaboration e software per le comunicazioni audio e video. Inoltre, l’introduzione di questa nuova modalità di lavoro è accompagnata da una formazione ad hoc sui temi della salute e sicurezza in Smart Working, e da workshop per approfondire i temi di Change Management e dei nuovi modi di lavorare.

L’iniziativa rientra nel programma di welfare di Generali Italia, tra i più avanzati del mercato per completezza, capillarità e innovazione. Pensato per accrescere il benessere e la soddisfazione delle persone, il sistema di welfare della Compagnia comprende tutte le 12 aree di welfare (identificate da Welfare Index Pmi, che punta a diffondere la cultura del welfare fra le piccole e medie imprese) offrendo più di 70 benefit aziendali: dal programma Energy per la salute e il benessere agli asili aziendali, passando per i corsi di storytelling e il temporary shop, fino al sostegno per l’acquisto della prima casa.  

Commenta