Condividi

Federer è leggenda: suo il 18esimo Slam

Lo svizzero, 35 anni e al rientro dopo sei mesi di stop, ha vinto il suo quinto Australian Open superando in una finale epica il rivale di sempre Rafael Nadal: per Federer era la partita numero 100 a Melbourne e la 28esima finale in un major.

Federer è leggenda: suo il 18esimo Slam

E sono 18! Lo svizzero Roger Federer riscrive la storia del tennis, di cui lui è già leggenda: torna dopo 6 mesi di inattività e a quasi 36 anni, un’età impensabile per competere ancora a certi livelli dopo una carriera come la sua, si aggiudica a Melbourne il suo 18esimo titolo del Grande Slam dopo un’ennesima epica finale con Rafael Nadal, suo rivale di sempre. Se però lo spagnolo era fino ad oggi in largo vantaggio negli scontri diretti (soprattutto nei tornei major), stavolta la sorte ha restituito qualcosa allo svizzero, alla 28esima finale di Slam in carriera, con ben 10 sconfitte di cui 6 contro il maiorchino.

Per Federer è la quinta vittoria all’Australian Open (supera Agassi ed è si porta a un successo dai 6 di Djokovic), in una domenica che sarà da ricordare a lungo per tutti i tifosi di tennis: lo Slam più atteso, più agognato, visto che dopo tanti trionfi uno dopo l’altro, il campione svizzero non vinceva un torneo maggiore dal Wimbledon del 2012. Quattro anni e mezzo con altre tre finali perse, tutte contro Novak Djokovic tra Londra e New York. Ma oggi, 29 gennaio 2017, era il giorno di Federer, concedendo l’onore delle armi al redivivo Nadal, pure lui fermo da tempo e al ritorno in una finale Slam dal Roland Garros del 2014 (vinto contro Djokovic).

Oltre naturalmente a migliorare il suo record di Slam vinti (Da 17 a 18, con Nadal fermo a 14), Federer giocando la finale ha disputato la sua partita numero 100 a Melbourne, con 87 vittorie e 13 sconfitte. Un record assoluto, l’ennesimo, e stavolta col lieto fine della vittoria finale contro un avversario stregato, contro il quale in carriera ha perso i due terzi dei confronti diretti.