Condividi

Export, Italia batte Germania e Francia

Nei primi sei mesi dell’anno le aziende italiane hanno incassato dall’export 16,5 miliardi di euro in più rispetto all’anno scorso, superando nettamente i tedeschi e doppiando i francesi – Per ora l’aumento percentuale delle esportazioni è dell’8% e l’incasso totale da export potrebbe superare a dicembre i 450 miliardi di euro

Export, Italia batte Germania e Francia

Se in termini di Pil l’Italia rimane dietro i principali partner commerciali, nonostante sia in miglioramento, nell’export il discorso si ribalta. Le vendite oltre i confini nazionali sono aumentate, nei primi sei mesi dell’anno, dell’8%. Il dato è sicuramente incoraggiante, ed assume maggior importanza se confrontato alle performance delle maggiori economie continentali. 

La Germania fa registrare i progressi dei primi sei mesi del 2017 al 6%, con un giugno a poco performante (0,7%), mentre per Parigi il balzo è di soli quattro punti percentuali. 

Nei principali mercati di sbocco extra-Ue, le performance italiane rimangono superiori alla media. Nei confronti deli Stati Uniti l’export semestrale si attesta al +9,9% (crescita più che doppia rispetto all’intera Europa), mentre verso la Cina +28%, dieci punti in più rispetto al risultato europeo aggregato. 

Il progresso dell’export italiano dei primi sei mesi è pari, in valore assoluto, a 16,5 miliardi di euro. Facendo una proiezione relativa all’intero anno, a dicembre gli incassi potrebbero superare i 450 miliardi di euro.