Condividi

Eolico, Vestas: volano ricavi e utili

La corporation canadese ha chiuso il 2016 con dati record. Gli ordini di turbine eoliche sono saliti a 10.500 Mw , decuplicato il valore della domanda di servizi

Eolico, Vestas: volano ricavi e utili

Vestas, la corporation danese che opera nell’eolico, chiude il 2016 con  fatturato e profitti record.  Il fatturato registrato nel 2016 ammonta a 10,2 miliardi di euro. Il margine ante oneri finanziari è stato del 13,9 percento, gli investimenti netti totali pari a 617 milioni di euro e il free cash flow a 1.564 milioni di euro, in linea con le aspettative. Lo comunica la società precisando che “il livello di attività e gli utili del periodo sono stati guidati dall’esecuzione stabile di un solido portfolio ordini di turbine eoliche e servizi. La domanda di entrambi è stata in costante crescita durante l’anno, risultato di una solida esecuzione e di condizioni di mercato favorevoli”.
 
Gli ordini di turbine eoliche sono aumentati dagli 8.943 MW del 2015 ai 10.494 MW del 2016 e il valore della domanda di servizi registrata è aumentato da 1,8 miliardi EUR a 10,7 miliardi EUR.

Per il 2017, Vestas si aspetta un incremento di fatturato stimato tra 9,25 miliardi di euro e 10,25 miliardi euro, includendo le entrate derivanti dal settore dei servizi, che si prevede altrettanto in crescita. Vestas si aspetta di raggiungere un risultato ante oneri finanziari del 12-14 percento, considerando una tendenza stabile per il margine operativo lordo dei servizi.

L’ammontare degli investimenti totali è stimato in approssimativamente 350 milioni di euro, quanto al free cash flow si prevede un minimo di 700 milioni euro nel 2017.

In virtù della forte performance dell’anno appena conclusosi, il Cda ha proposto un dividendo pari a 9,71 corone danesi, rispetto alle 6,82 dell’esercizio precedente, e un equivalente del 30 percento del profitto netto per l’anno da distribuirsi agli azionisti.

Le entrate nette generate dalla vendita degli immobili della sede Vestas, notizia annunciata mercoledì, sarà distribuito agli azionisti attraverso un programma di buy-back del valore di 705 milioni corone danesi (approssimativamente 95 milioni di euro) che inizierà giovedì stesso.

“Sono estremamente soddisfatto delle performance Vestas per il 2016: si tratta per noi di un anno record per fatturato, EBIT, profitto, free cash flow, portfolio ordini e loro consegna. I risultati sono in crescita di più del 29 percento rispetto all’anno precedente, mentre i costi di esercizio sono rimasti sotto stretto controllo. Tutte le regioni hanno contribuito a questo risultato così notevole, a dimostrazione ancora una volta dell’efficacia di Vestas a livello globale” ha dichiarato Anders Runevad, Presidente e CEO del Gruppo.