Condividi

Cezanne, “Le Bagnanti e la montagna” all’asta

Con una stima di 4-6 mila sterline andrà in asta da Sotheby’s Londra, l’acquerello e matita “Baigneuses, La Montagne Sainte-Victoire au fond” opera di Paul Cézanne

Cezanne, “Le Bagnanti e la montagna” all’asta

Thomas Bompard, a capo del dipartimento londinese d’Arte Impressionista & Moderna e curatore di Actual Size, commenta così il capolavoro di Cezanne che va all’asta da Sotheby’s:

“Questo piccolo ma eccezionale acquerello ha tutta la potenza e la grandiosità di un grande affresco rinascimentale. Tutto il genio di Cezanne è concentrato in questo lavoro: come un alchimista, l’artista francese crea la forma semplicemente con la luce e il colore. In questo raro momento, egli riunisce insieme due motivi a lui particolarmente cari in uno strabiliante tour de force su piccola scala”.

All’inizio del secolo, le opere rivoluzionarie di Paul Cézanne dettero il via ad un processo di frammentazione della realtà nell’arte che spianarono la strada all’avvento dell’Modernismo.
Ritornando ad un soggetto che lo aveva affascinato sin dal 1860, l’artista dipinge le bagnanti dalla grande tradizione francese come un elemento compositivo per realizzare un’estetica completamente nuova e libera.
Il sapiente uso dell’acquerello rende le figure quasi senza peso e completamente immerse nella natura. Le figure sono collocate in una composizione piramidale che rivela nel registro retrostante uno scorcio della celebre montagna Sainte-Victoire.

Un’intera generazione di artisti è debitrice al genio di Cezanne che tra i primi ha visto un nuovo mondo nelle molteplici possibilità d’uso di spazio e di luce. In questi pochi centimetri di carta è possibile rintracciare anche il DNA dell’ispirazione di Picasso per il Cubismo e della sua iconica Les Demoiselles d’Avignon.

Appartenente all’ultimo periodo della sua vita, l’importante opera sarà battura in asta da Sotheby’s a Londra il prossimo 21 Giugno 2017, per la prima volta dopo quasi trent’anni, con una stima di 4/6 milioni di sterline.

L’illustre provenienza di questo lavoro ne rafforza ulteriormente la qualità e l’appetibilità, essendo stato incluso in due delle più grandi aste della storia di Sotheby’s, in oltre 273 anni. La storia del dipinto è iniziata nella collezione del figlio di Cézanne per trovare successivamente dimora nella leggendaria raccolta dell’industriale tedesco Robert von Hirsch, che aveva raccolto una delle collezioni più significative del mondo, che comprendeva dipinti impressionisti e moderni, accanto ad opere antiche e medievali.
Nel giugno del 1978 si tenne la celebre von Hirsch’s Sale da Sotheby’s, ancora oggi considerata un’asta mitica – dove il lavoro fu acquistato dal British Rail Pension Fund per £140.000 ($259.000).

Questo lavoro rimanda anche a una delle tre tarde Grandi Bagnanti, alle quali Cézanne stava lavorando al momento della sua morte, ora conservata al Philadelphia Museum of Art. Gli acquerelli e disegni di Cezanne saranno oggetto di un’ampia mostra presso la Kunstmuseum di Basilea da giugno a settembre 2017.

Paul Cézanne
Baigneuses, La Montagne Sainte-Victoire au fond
Acquerello e matita
circa 1902-1906
Stima: £4,000,000 – 6,000,00