Condividi

Barclays a processo per frode sui fondi del Qatar

Il caso riguarda i 12 miliardi di sterline raccolti dalla banca nel 2008 attraverso l’aumento di capitale sostenuto dal Qatar, soldi che permisero a Barclays di non essere travolta dalla crisi finanziaria e di non dover chiedere il salvataggio pubblico.

Barclays a processo per frode sui fondi del Qatar

Ancora guai giudiziari per Barclays. Il gigante finanziario britannico è stato condannato insieme a quattro suoi ex dirigenti – fra cui l’ex Ceo John Varley –per concorso in frode relativamente ai fondi raccolti dalla banca nel 2008 attraverso l’aumento di capitale sostenuto dal Qatar. L’operazione permise a Barclays di non essere travolta dalla crisi finanziaria e di non dover chiedere il salvataggio pubblico.

Il caso riguarda 322 milioni di sterline pagate come commissioni da Barclays agli investitori del Qatar per un prestito che era parte della più ampia raccolta fondi, per circa 12 miliardi di sterline.

L’indagine è durata cinque anni. I quattro ex banchieri finiranno di fronte al tribunale di Westminster il 3 luglio. Mentre Barclays ha dichiarato che attende di conoscere ulteriori dettagli rispetto all’incriminazione.