1. Home
  2. Italia
  3. Eventi

Milano, le startup al Tech Forum di Ambrosetti

22 maggio 2015 - 07:09  di FIRSTonline
La quarta edizione del Technology Forum organizzato da Ambrosetti - The European House si tiene a Milano, al 31esimo piano del grattacielo Pirelli: la due giorni vedrà gli interventi di molti leader internazionali del mondo della ricerca e dell'innovazione - "La sfida è creare un ecosistema innovativo", spiega l'ad De Molli.
Torna anche nel 2015 l'appuntamento di Ambrosetti - The European House dedicato all'innovazione tecnologica. Il Technology Forum, giunto alla quarta edizione e solitamente ospitato in Veneto, trova quest'anno la sua casa, nella due giorni di incontri che inizia oggi, a Milano, in concomitanza con l'appuntamento dell'Expo 2015.

"Fostering the ecosystems for innovation" è il titolo dell'evento, presentato dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e dall'amministratore delegato di Ambrosetti, Valerio De Molli. Ad ospitare la rassegna è il Grattacielo Pirelli: al 31esimo piano della nuova sede della Regione Lombardia si incontrano alcuni dei leader internazionale del mondo dell’innovazione e della tecnologia, con l’obiettivo di contribuire a rilanciare la crescita economica e di creare un ecosistema dell’innovazione.

Una missione coerente con gli obiettivi guida della Regione Lombardia, prima regione produttiva d’Italia e quarta regione industrializzata d’Europa. "Portare le tecnologie di frontiera nei settori tradizionali dell’industria e valorizzare le PMI che innovano: questa è una priorità strategica per la politica industriale italiana", ha dichiarato De Molli.

Come realizzarlo? È una delle domande alle quali risponde il Technology Forum, dove lo stesso De Molli presenta il Report 2015 - elaborato dalla Community Innovazione e Tecnologia - e dove i CEO partecipanti potranno confrontarsi con i relatori selezionati da The European House – Ambrosetti in otto Paesi (Italia, Stati Uniti, Sud Corea, Israele, Svizzera, Svezia, Francia e Germania), in quanto modelli di riferimento nei quattro settori che determinano il successo degli ecosistemi per l’innovazione: ricerca, finanza, impresa e istituzioni.

"La capacità di innovazione tuttavia non può essere improvvisata - ha ancora spiegato Valerio De Molli -, ma deve essere costruita nel tempo assemblando con coerenza una pluralità di componenti, a partire da un sistema educativo che spinga i giovani verso una cultura dell'intraprendere e dell'autoreponsabilizzazione".

Il programma, che prevede diversi tavoli di lavoro tematici, annovera quest'anno relatori come Aneesch Chopra, primo Chief Technology Officer degli Stati Uniti e già assistente del presidente Obama; Yongmin Kim, presidente dell'università delle scienze e delle tecnologie di Pohang, in Corea del Sud; Peretz Lavie, presidente di Technion e tra i fondatori della medicina del sonno; Isaac Getz, Professore di Leadership e Innovazione all’ESCP Europe di Parigi; Yossi Matias, Vice Presidente dell’area Ingegneria di Google Search e Managing Director di Google R&D in Israele; e, tra gli altri, del ministro dell'Istruzione e della Ricerca Stefania Giannini.

Clicca qui sotto per scaricare il programma.

Notizie Correlate